lunedì 23 Novembre 2020

Trump lancia piano per riapertura: “Ma decideranno governatori” 

Un piano in tre fasi per far ripartire la macchina dell’economia statunitense, fermata dall’emergenza sanitaria legata al coronavirus. Lo ha annunciato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, nel corso di una conferenza stampa. E’ il momento di “riaprire di nuovo l’America”, ha detto Trump rendendo noto un documento di 18 pagine in cui sono contenute le linee guida che gli Stati dovranno seguire per riportare le persone al lavoro, riaprire le scuole e le attività commerciali.

Trump ha spiegato che la decisione di riaprire spetterà ai singoli governatori sulla base dei dati a disposizione e che 29 Stati sono già pronti per lasciarsi alle spalle il lockdown. “Possiamo passare al prossimo fronte della nostra guerra che chiameremo ‘aprire di nuovo l’America’, ha sottolineato Trump, ribadendo che il picco di contagi è stato superato.

“I nostri esperti ci dicono che la curva si è appiattita e che il picco è dietro di noi”, ha proseguito il presidente spiegando che gli Usa “devono avere un’economia che funziona e vogliono farla riprendere molto velocemente”. “Uno shutdown nazionale non è sostenibile a lungo termine”, ha concluso.

Secondo il piano della Casa Bianca, gli Stati inizieranno la fase uno dopo aver soddisfatto alcuni criteri fondamentali tra cui il declino delle infezioni per 14 giorni. Nella prima fase, scuole e bar rimarrebbero chiusi. Ma luoghi di culto, ristoranti, cinema, palestre e complessi sportivi potrebbero riaprire con un rigoroso distanziamento tra i presenti. Nella fase due potrebbero riaprire le scuole e potrebbero riprendere i viaggi non essenziali, ma la maggior parte dei dipendenti sarebbe incoraggiata a continuare il telelavoro. La terza fase raccomanda “l’assunzione illimitata di personale nei luoghi di lavoro” e un ritorno alla normalità.

AdnKronos

Original Marines

Per il tuo Natale...

- Advertisement -

Leggi anche..

Covid, Zaia: “Terza ondata probabile, forse anche una quarta” 

"Nessuno può escludere che possa arrivare anche la terza ondata e forse la quarta, l'importante è essere preparati. Con questo virus dovremmo imparare a...

L’epidemiologo: “Possibile nuova sferzata Covid a primavera” 

Il Covid "continuerà a circolare, forse staremo più tranquilli per Natale, ma non è detto che a primavera non riemerga con la forza di...

Natale 2020 e covid, cosa potrebbe cambiare 

Festività sobrie in arrivo, con un Natale 2020 all'insegna delle restrizioni fra zona rosse e arancioni. Ma, forse e con gli occhi sempre puntati...

Fontana: “Il 27 novembre chiederemo zona arancione per la Lombardia” 

“Tecnicamente da venerdì i parametri della Regione Lombardia ci dicono che siamo già entrati in zona arancione. Il Dpcm però ci impone che questi...

Vaccino Covid in Italia, quando arriva e quante dosi  

A fine gennaio 3,4 milioni di dosi di vaccino anti-Covid, da destinare prima agli ospedali e alle Rsa, e una campagna su larga scala...

Ultime News

Presto i lavori per la riqualificazione del ponte a Cuorgnè e il secondo lotto della strettoia di Pont Canavese

CUORGNÈ / PONT CANAVESE - Il consigliere cuorgnatese della Regione e della Città Metropolitana Mauro Fava annuncia la prossima cantierizzazione di opere che sono...

BORGARO TORINESE – In completamento la pista ciclopedonale

BORGARO TORINESE - Sono partiti i lavori di riqualificazione del secondo tratto via XX settembre a Borgaro Torinese, dove è in fase di completamento...

CANAVESE – I Sindaci del Canavese occidentale e Valchiusella chiedono il potenziamento degli ospedali

CANAVESE – I 46 Sindaci dell'Area omogenea del Canavese occidentale, congiuntamente ai sindaci della Valchiusella, hanno inviato una lettera all'Assessore alla Sanità della Regione...

SETTIMO TORINESE – Ospedale, Icardi: “Nessuna chiusura o riduzione delle attività”

SETTIMO TORINESE - L’Ospedale di Settimo Torinese non verrà né chiuso, né depotenziato. A ribadirlo è l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi. “Allo stato attuale...

CANAVESE – Si discute sulla location del nuovo ospedale; l’On Bonomo propone San Giorgio o Colleretto Giacosa

CANAVESE - “Siamo stanchi di continuare ad assistere a questo ping pong. É da irresponsabili. Dopo anni finalmente sembrava che il progetto del nuovo...