venerdì 5 Marzo 2021

PIEMONTE – Nursind scrive all’ISS: “Ci risulta che i test vengano effettuati con un solo tampone invece che con due”

Un metodo differente rispetto alle indicazioni dell'Istituto Superiore della Sanità: “Potrebbe creare falsi positivi?”

PIEMONTE – “Negli ultimi giorni abbiamo ricevuto numerose segnalazioni in merito al fatto che diverse aziende sanitarie in Piemonte, stanno effettuando la ricerca del SARS-CoV-2 tramite un solo tampone anziché due. Allo stato attuale l’istituto superiore di sanità ha sempre inviato indicazioni sulle modalità di esecuzione di due tamponi: uno nasale e l’altro faringeo.”

Lo afferma Giuseppe Summa, Segretario Nursind Torino, dichiarando che Nursind ha scritto all’Istituto Superiore della Sanità (ISS) per avere delucidazioni.

“Ultimamente – continua Summa – secondo alcune indicazioni dell’unita di crisi regionale, le aziende probabilmente a causa della carenza di tamponi, stanno procedendo ad effettuare un unico tampone con modalità di prelievo differenti. Infatti in alcune aziende viene effettuato un tampone nelle due narici, in altre in una sola narice e in altre ancora naso e faringe con un solo tampone. Come sindacato abbiamo portato la problematica all’attenzione dell’istituto superiore di sanità, per comprendere se tale metodica di ricerca in base ai dati disponibili in letteratura, sia sufficiente ad individuare il SARS-CoV-2, o se la stessa potrebbe creare dei falsi negativi. Attendiamo fiduciosi una risposta in merito.”

Leggi anche...