domenica 7 Marzo 2021

PIEMONTE – Cirio, “Nessuna questione tamponi; avevamo 2 laboratori oggi sono 18” (VIDEO)

Il Presidente ha risposto alle critiche ricevute: “I tagli alla Sanità precedenti sono stati un errore”

PIEMONTE – “Mi sono ritrovato dopo 7 mesi che governavo il Piemonte, a combattere una guerra. Con ospedali d’eccellenza, ma con solo due laboratori ereditati dal Governo precedente.”

Si è tolto qualche “sassolino dalla scarpa” il Presidente del Piemonte Alberto Cirio, nel video trasmesso nella serata di ieri.

L’argomento, i tamponi.

“Non c’è nessun “caso tamponi” in Piemonte – ha proseguito – quando è scoppiata l’epidemia avevamo due laboratori per le analisi dei tamponi, con una capacità di 120 tamponi al giorno. Nel giro di breve tempo siamo arrivati ad averne 18, entro martedì saranno 20 con altri due alle Molinette e nel VCO. Al momento abbiamo raggiunto una capacità di 4500 tamponi al giorno. Per arrivare ad avere questi laboratori abbiamo dovuto acquistare nuovi macchinari e reagenti in un momento in cui eravamo in guerra, in un momento in cui tutto il mondo cercava macchinari e reagenti. È stato complesso, ma ci siamo riusciti.”

E ha aggiunto: “Accetto le critiche, soprattutto se costruttive, ma non accetto critiche di questo tipo da chi mi ha preceduto. Non eravamo preparati a questa guerra, però ci ha aiutato a capire che tutti i tagli alla Sanità che sono stati effettuati nel tempo dai vari governi precedenti, sono stati un errore. Questo non è il momento di fare polemiche, ma il momento di agire uniti per poter sconfiggere il virus e tornare a vivere la normalità.”

Cirio ha commentato anche le misure del Governo dichiarando che non verranno emesse ulteriori ordinanze dalla Regione Piemonte, in quanto vengono confermate quelle già emesse e in linea con il DPCM del Governo.

Leggi anche...