lunedì 19 Aprile 2021

PIEMONTE – Cirio ha illustrato la nuova ordinanza: “Dobbiamo arrivare a contagi zero”

“I tempi sono ancora lunghi, dobbiamo supportare e sopportare”

PIEMONTE – Nella serata di ieri il Presidente Alberto Cirio è intervenuto in un video su Fb per spiegare la nuova ordinanza con le ulteriori misure restrittive.

Per quanto concerne il fatto di indossare la mascherina sia per il personale addetto alla vendita che per i clienti, ha dichiarato che ci si deve abituare, perchè è una disposizione che dovremo continuare ad adottare anche dopo la crisi, per un po’ di tempo.

La richiesta di inserire misure per quanto concerne i taxi, è arrivata dai taxisti stessi (codice Ateco in attività) e dai ristoratori che altrimenti non avrebbero possibilità di effettuare consegne a domicilio. “Quindi ci sarà la possibilità di utilizzare il taxi con tariffe stabili”.

Stessa cosa vale per le badanti, le baby sitter e le colf (codici Ateco in attività), le quali potranno continuare a svolgere il proprio lavoro (adottando tutte le misure di sicurezza) laddove sono necessarie.

“Diverso se il lavoro della colf può essere svolto da un altro componente della famiglia che vive in quella casa, allora per qualche tempo potrà farlo quella persona e non sarà necessaria la colf.”

Ha rivolto poi l’attenzione nei luoghi a rischio come l’Rsa, le carceri..tutti posti dove si vive in comunità, dichiarando che l’attenzione della Regione è molto alta.

“Dovremo attivare anche un bando per le OSS – ha proseguito Cirio – l’abbiamo fatto per i medici e per gli infermieri, ed è necessario farlo anche per le Oss in modo da alleviare il carico e dare un “cambio” nelle strutture.

I problemi sono ancora tanti. I dati sono migliorati ma dobbiamo arrivare a contagi zero. La situazione ha ancora tempi lunghi e dobbiamo supportare e sopportare.”

Per quanto concerne i test, Cirio ha precisato che secondo l’Istituto Superiore della Sanità, quelli rapidi non sono attendibili. “Meglio attendere un po’ di più i risultati, ma essere certi di non mandare in giro persone positive.”

Leggi anche...

spot_img