venerdì 5 Marzo 2021

RIVAROLO CANAVESE – C’è chi rispetta le misure e chi se ne infischia

Il Sindaco “Oggi non lo tollero più”

RIVAROLO CANAVESE – C’è chi rispetta le misure di contenimento e c’è chi invece fa ancora finta di niente.

Il Sindaco Alberto Rostagno, in una nota apparsa ieri, dichiara a tal proposito:

“Ricevo da parte di cittadini messaggi e telefonate contrapposte, chi chiede una cosa, chi ne richiede l’opposta, spesso in contrasto con le regole e con il buon senso. C’è anche chi un giorno chiede più controlli e più rigidità e il giorno dopo reclama perché è stato sanzionato per troppa rigidità.
Questo modo di agire denota scarso senso civico, individualismo ed egoismo: prima poteva essere tollerato, oggi non più. Oggi abbiamo bisogno di solidarietà, di collaborazione, di rispetto, di pazienza e di fiducia nelle istituzioni.”

E aggiunge: “L’amministrazione comunale, cosi come la Regione Piemonte e il Governo centrale, sta lavorando senza sosta per trovare soluzioni, rimedi e aiuti per il futuro di tutti i cittadini. Se un gruppo di persone viene ripreso e sanzionato perché sorpreso a fare comunella in strada, è per il bene di tutti, il virus non risparmia nessuno. Mi rivogo anche a voi tre, non più ragazzini, che ieri l’altro, sorpresi a correre fianco a fianco in via Ivrea, senza mascherina, alla richiesta di spiegazioni, mi avete mandato a “quel paese”: non siete immuni al virus neppure voi ! Per fortuna, sono tantissimi, li ringrazio e li abbraccio virtualmente tutti, i cittadini che si comportano con grande senso civico, rispettosi di leggi e regolamenti e riguardosi verso il prossimo.”

E conclude: “Dobbiamo continuare, tutti insieme, a combattere il nemico invisibile con le armi che abbiamo: mantenendo la distanza di sicurezza di 1 metro, utilizzando sempre la mascherina di protezione, lavando bene le mani, uscendo di casa solo in casi di effettiva.”

Leggi anche...