mercoledì 21 Aprile 2021

TORINO – Furto al mercato, irregolare sul territorio e tentato furto di bicicletta: tre operazioni per la Polizia Municipale

Intensificati i controlli sul territorio

TORINO – Gli Agenti del Comando Porta Palazzo della Polizia Municipale Torino sono intervenuti ieri, sabato 14 marzo, nel primo pomeriggio, nell’area mercatale ove un cittadino aveva appena acquistato, presso una bancarella, un sacco di patate; distratto nell’effettuare il pagamento, una nomade ne ha approfittato per sottrargli la spesa e allontanarsi.

E’ stata raggiunta, accompagnata presso il Comando di via Bologna 74, identificata e indagata in stato di libertà per furto e anche ai sensi dell’art 650 Codice Penale per inosservanza all’Ordinanza Presidenza del Consiglio.

Intorno alle ore 17.30, sempre sul mercato di Porta Palazzo, Agenti del Reparto Radiomobile, sempre della Polizia Municipale Torino, si sono avvicinati a un cittadino di nazionalità marocchina intento alla vendita senza titoli autorizzativi di generi alimentari. Alla vista degli Agenti questi si è dato alla fuga. Inseguito dai due operanti, prima si è nascosto sotto a un autocarro in via La Salle, poi, individuato, ha opposto resistenza, riuscendo ad allontanarsi nuovamente, ma era fermato in lungo Dora Firenze. Accompagnato presso il Comando di via Bologna 74 è emerso il suo stato di clandestinità ed è stato indagato per resistenza a pubblico ufficiale, irregolare presenza sul territorio nazionale e per inosservanza all’Ordinanza Presidenza del Consiglio (art. 650 Codice Penale).

Sempre ieri, sabato 14 marzo, gli Agenti del Reparto Operativo Speciale hanno sorpreso, in piazza Carlo Felice 71, un 47enne italiano  che è stato colto in flagranza di reato mentre, munito di una tronchese, tagliava il lucchetto di una biciclette per appropriarsene.  Questi, accompagnato presso il Comando di via Bologna 74, è stato dichiarato in stato di arresto poiché più volte trattato per lo stesso reato e altrettante fermato dalla Polizia Municipale Torino. Dopo gli adempimenti di rito, è stato denunciato per inosservanza all’Ordinanza Presidenza del Consiglio e associato alla Casa Circondariale Lorusso e Cutugno per furto aggravato.

Leggi anche...

spot_img