sabato 6 Marzo 2021

RIVAROLO / AGLIÈ – Rostagno, Sindaco di Rivarolo in quarantena precauzionale

Espletando il suo lavoro di medico, è entrato in contatto con un paziente positivo al tampone

RIVAROLO / AGLIÈ – In quarantena precauzionale presso la sua abitazione, il Sindaco di Rivarolo Canavese, Alberto Rostagno.

Nell’espletare la sua professione di medico, è entrato in contatto con un paziente, che non è di Rivarolo, il quale ieri è risultato positivo al tampone, ed è stato ricoverato in ospedale a Cuneo.

Rostagno ha effettuato, questa mattina, domenica 8 marzo, i controlli presso la tenda pre-triage dell’ospedale di Cuorgnè, e al momento è stato posto in quarantena precauzionale.

“Sono stato a fare il Triage presso la tenda dell’ Ospedale di Cuorgnè – afferma Rostagno – dove non mi è stato fatto il tampone perchè non rientravo nei parametri, non avendo sintomatologia. Non ho il Coronavirus. Sono stato messo in via prudenziale in quarantena a casa.
Mi spiace per i cittadini che non mi avranno operativo in Comune, lavorerò comunque da casa, in stretta sinergia con il vicesindaco, con gli assessori, con il segretario e con i funzionari comunali, mi spiace tantissimo per i miei pazienti che non potrò assistere in questo momento di criticità. Purtroppo i rischi della mia professione si evidenziano proprio in questi frangenti.
Visto che la situazione generale è molto delicata, con una malattia infettiva che si sta delineando serissima, chiedo a tutti di assumersi la massima responsabilità e di non uscire di casa se non per motivi strettamente necessari. E’ l’unico modo per spezzare la catena del virus.”

Leggi anche...