martedì 2 Marzo 2021

IVREA – Le dichiarazioni di “Violetta” sulla manifestazione spontanea di lunedì 24 febbraio

“ Non volevo lanciare messaggi negativi e, se così sono stati percepiti, vi chiedo scusa”

IVREA – Continua, sebbene in misura ridotta, la polemica sulla manifestazione spontanea che si è venuta a creare ad Ivrea lo scorso lunedì, 24 febbraio, nonostante l’ordinanza che vietava assembramenti.

A tal proposito, la Vezzosa Mugnaia 2020, Paola Gregorutti, commenta:

“Quanto accaduto lunedì ha sorpreso tutti, per primi noi che abbiamo percorso le vie della città, in modo del tutto improvvisato e senza l’intento di trasgredire l’ordinanza che poche ore prima aveva obbligato le autorità a sospendere il nostro amatissimo Carnevale. Proprio l’eccezionalità di quanto era da poco accaduto, unita all’affetto spontaneo che la gente ci ha riservato, ha reso quegli istanti un momento, ci auguriamo tutti, irripetibile.

Attraversare una via Palestro deserta e, in pochi minuti, vedersi radunare spontaneamente un gruppo sempre più numeroso intorno a me, è stato sorprendente. Mi avete fatto emozionare, mi avete fatto sentire il vostro affetto in un giorno triste per Ivrea e per la nostra regione.

Sono stata sopraffatta dall’emozione, avvolta da un calore infinito. Non ricordavo neppure di essere in abiti civili, mi facevate sentire ancora la vostra Violetta. Non volevo lanciare messaggi negativi e, se così sono stati percepiti, vi chiedo scusa. Con l’abito di Violetta sarei stata più forte e avrei fatto meglio. Senza di esso sono semplicemente Paola”.

Leggi anche...