mercoledì 1 Aprile , 2020

PIEMONTE – Coronavirus: gli infermieri lavorano al freddo, rischiando una polmonite

Si tratta di quelli impegnati nelle tende pre-triage, non adeguatamente riscaldate

PIEMONTE – Come già anticipato nella precedente nota, Nursind pone l’accento sull’altra problematica: gli infermieri che lavorano nelle tende al freddo.

Molti infermieri piemontesi sono impegnati nel servizio di pre-triage per la gestione dell’emergenza dovuta al coronavirus all’interno di tende posizionate dalla protezione civile, davanti ai pronto soccorso di tutti gli ospedali.

“Ci giungono numerose segnalazioni da parte di colleghi impegnati in questo importante servizio, una di queste, sono le basse temperature all’interno delle tende, non adeguatamente riscaldate, dove è quasi impossibile prestare servizio per numerose ore. Inoltre, a quanto ci è dato sapere, agli operatori interessati non sono neanche stati forniti indumenti adeguati alle basse temperature, specie durante i turni notturni.”

“Chiediamo – dichiara Francesco Coppolella, segretario regionale Nursind – che le istituzioni preposte intervengano con massima tempestività poiché oltre all’incremento dei carichi di lavoro, possa almeno essere evitato il rischio di ammalarsi e considerata la già cronica carenza di personale, questo non aiuterebbe.”

CANAVESE – Il quadro riepilogativo dei contagi comune per comune

CANAVESE – In espansione i Comuni che contano almeno un contagiato al Coronavirus Covid-19, così come, purtroppo, i decessi.

Leggi anche...

- Advertisement -
- Promozione Sociale -
- Advertisement -