mercoledì 1 Aprile , 2020

IVREA – L’amore per il Carnevale è più forte delle ordinanze

Una manifestazione spontanea, ha raggruppato nella giornata di lunedì tantissima gente, compresi Sindaco e Fondazione

IVREA – L’amore per lo Storico Carnevale di Ivrea è più forte di qualsiasi ordinanza che vieta assembramenti e impone la sospensione delle manifestazioni.

Ieri infatti, lunedì 24 febbraio, nonostante le ordinanze in vigore (quella del Ministero e Regione e di conseguenza del Comune), i cittadini hanno sfilato per le vie della città, dietro alla Mugnaia e ai personaggi (chi in borghese e chi no), ai Pifferi e al Sindaco Stefano Sertoli, per poi riunirsi davanti al Palazzo Comunale, per acclamare i personaggi, applaudirli e salutarli.

Uno “strappo” alla regola che sui social sta trovando da una parte approvazione per una passione che supera i divieti, dall’altra rimprovero per “aver disatteso per primo il Sindaco, l’ordinanza emessa, mettendo a rischio la salute”.

Una “passeggiata spontanea”, che in un attimo si è trasformata in una manifestazione, visto l’altissimo afflusso di gente, dalla quale, in parte, la Fondazione cerca di prendere le distanze, non condannandola (era comunque presente), ma cercando, a posteriori, di spiegare le motivazioni che hanno spinto il Sindaco ad essere presente, e invitando al “non ripetersi” di tali situazioni.

Commenta infatti sul sito del Carnevale: “In relazione agli eventi svoltisi nella giornata di oggi che hanno visto il popolo stringersi attorno ai Personaggi storici e ai Pifferi mentre sfilavano spontaneamente in città, la Fondazione conferma tutta la propria gratitudine ai nostri amati Personaggi e a tutti coloro che a vario titolo contribuiscono con passione e sacrificio alla realizzazione della nostra festa. In un lunedì di Carnevale eccezionale, e ci auspichiamo irripetibile, la Fondazione e l’Amministrazione comunale hanno pertanto reso omaggio in modo tangibile a Mugnaia e Generale i quali, in abiti civili, sono stati accolti dal Sindaco della città di Ivrea Stefano Sertoli per esprimere loro tutta la vicinanza della città ai valori dagli stessi rappresentati e per spiegare direttamente al popolo del Carnevale le ragioni delle disposizioni emesse nella serata di ieri. Come dichiarato dallo stesso Sindaco “al fine di evitare che si creassero problemi, ho voluto spiegare i tempi e le ragioni dell’ordinanza del Comune e quella immediatamente successiva del Ministero in accordo con la Regione”.

Il Sindaco ha successivamente voluto elogiare le persone convenute per la compostezza e le Forze dell’Ordine presenti per aver mantenuto il controllo della situazione. Ha quindi voluto elogiare le principali figure storiche del Carnevale che sono state accolte nel Palazzo Comunale anche al fine di favorire la dispersione di coloro che si erano riuniti.

La Fondazione conferma pertanto che le disposizioni che hanno reso necessaria e ineluttabile l’interruzione del nostro Carnevale in conseguenza dell’adozione di norme contingenti a tutela della salute pubblica, restano in vigore, in ottemperanza alle direttive del Ministero della Sanità (Ordinanza contingibile e urgente n.1 del 23 febbraio 2020). Si invitano pertanto tutti i cittadini e gli amanti del nostro Carnevale a evitare ulteriori assembramenti come da disposizioni di ordine pubblico emesse.”

CANAVESE – Il quadro riepilogativo dei contagi comune per comune

CANAVESE – In espansione i Comuni che contano almeno un contagiato al Coronavirus Covid-19, così come, purtroppo, i decessi.

Leggi anche...

- Advertisement -
- Promozione Sociale -
- Advertisement -