sabato 27 Novembre 2021
spot_img
spot_img
spot_img

TORINO – Carcere per chi spaccia, da Ministro Lamorgese annuncio su misura richiesta dal Siap da anni

Le dichiarazioni di Pietro Di Lorenzo

TORINO – “L’applicazione di misure cautelari in carcere per chi spaccia sostanze stupefacenti indipendentemente dalla quantità ceduta è una misura che accoglieremo con soddisfazione – dichiara Pietro Di Lorenzo, Segretario Provinciale del SIAP, sindacato della Polizia di Stato – l’ipotesi normativa predisposta ed annunciata oggi dal ministero dell’Interno circa accoglie una delle nostre principali richieste”.

[metaslider id=”187330″]

“Da anni sempre insistiamo sulla necessità della certezza delle pena e sull’efficacia di misure che garantiscano l’effettività della sanzione, soprattutto nel caso dello spaccio di stupefacenti, per non vanificare l’impegno ed il lavoro svolto quotidianamente dagli appartenenti alle forze di polizia nelle zone di spaccio che invece è oggi mortificato dalla impossibilità materiale di applicare misure limitative della libertà personale nei confronti di soggetti sorpresi in flagranza di reato di cessione di stupefacenti e regolarmente rilasciati dopo meno di 48 ore”

“ Torino, purtroppo, è una delle città maggiormente colpita dalla piaga della diffusione dello spaccio e certamente la piena attuazione in tempi brevi di quanto dichiarato oggi dal Ministro consentirebbe di finalizzare l’enorme sforzo messo in campo dalla Questura di Torino per restituire ampie zone della città ai cittadini ormai stanchi di rivedere il giorno dopo al solito posto gli stessi spacciatori che arrestiamo continuamente.”

[metaslider id=”187333″]

[metaslider id=”187327″]

[metaslider id=”208380″]

[metaslider id=”187336″]

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img