mercoledì 23 Settembre 2020

TORINO – Contributi non versati all’INPS, in corso operazione GDF

SPECIALE ELEZIONI

L'affluenza, gli aggiornamenti in tempo reale dei risultati, le curiosità e tutto ciò che riguarda le elezioni.

TORINO – Un centinaio di militari  della Guardia di Finanza di Torino sono impegnati in queste ore in una vasta operazione che vede coinvolte diverse società cooperative che non avrebbero mai versato contributi all’Inps relativi ai propri dipendenti, poiché indebitamente compensati con crediti fiscali risultati fittizi.

Secondo gli investigatori, le cooperative coinvolte erano formalmente amministrate da prestanomi, ma di fatto gestite da persone che risultavano essere semplici dipendenti. I finanzieri stanno  eseguendo diverse misure di custodia cautelare, perquisizioni e sequestri.

==AGGIORNAMENTO==

Sette arresti, sei gia’ eseguiti il settimo ancora ricercato, per associazione a delinquere finalizzata all’indebita compensazione ed alla bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale nell’ambito di società cooperative operanti nel settore della logistica e del facchinaggio, 26 denunce e 10 milioni di crediti fittizi utilizzati in compensazione per non versare le imposte ed i contributi dovuti all’Inps.

Sono il bilancio di un’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Torino, coordinata dalla procura, da cui e’ emersa l’esistenza di un’associazione a delinquere finalizzata alla costituzione e gestione di più società cooperative, amministrate formalmente da prestanomi, che fornivano manodopera a prezzi di gran lunga inferiori al valore di mercato attraverso il sistematico utilizzo in compensazione di crediti fiscali inesistenti e l’omesso versamento dei contributi previdenziali.

Secondo l’accusa, le  cooperative, che non presentavano le dichiarazioni dei redditi o le presentavano con imponibili nettamente inferiori al reale, venivano tenute in attività per periodi brevi e condotte al fallimento dopo essere state depauperate, da parte degli amministratori di fatto, delle residue consistenze patrimoniali costituite prevalentemente da liquidità.

coferlungonuovoBannerPaonessa

Gli amministratori di fatto delle cooperative, tutti destinatari della misura cautelare della custodia in carcere, figuravano formalmente come dipendenti delle cooperative e percepivano compensi significativi, trattenendo anche cifre superiori ai 5 mila euro mensili mentre  i prestanome venivano reclutati tra persone bisognose e venivano retribuiti con compensi irrisori.

Per rendere più difficoltosi gli eventuali controlli da parte degli organi competenti, le cooperative che si succedevano nel tempo erano sovente registrate con la medesima denominazione sociale differenziandosi unicamente per la partita Iva attribuita mentre la sede legale veniva sistematicamente stabilita in altre regioni, nonostante le società operassero sempre in territorio piemontese. Nei confronti degli indagati sono stati anche eseguiti sequestri preventivi finalizzati a recuperare almeno parte del profitto dei reati commessi: finora sono stati sequestrati due immobili residenziali, tre autovetture, contanti e oggetti preziosi per un valore complessivo di circa 500.000 euro e sono stati congelati tutti i conti correnti.

Sono state anche eseguite numerose perquisizioni nei confronti di 15 prestanomi che si sono succeduti nell’amministrazione formale dell’impresa e di altre 11 persone che secondo gli investigatori avrebbero concorso nella bancarotta fraudolenta di sette società dichiarate fallite nel 2017 e 2018, prelevando liquidità dalle casse aziendali o comunque beneficiando di somme di denaro distratte dai conti societari.

regioneaprile
Original Marinescortinamaggio2NuovaLocandinaPaonessacofer1cortinalocandmaggio2
- Advertisement -

Leggi anche..

TORINO – Maxi code in tangenziale nord per un incidente all’altezza di Rivoli (FOTO)

TORINO – Incidente in tangenziale nord, questa mattina, martedì 22 settembre, intorno alle 7. L'incidente ha provocato lunghe...

TORINO – Cavour: dalla produzione alla vendita di marijuana, arrestato 51enne (VIDEO)

TORINO - I carabinieri del Comando provinciale hanno scoperto un laboratorio specializzato nella produzione, nel confezionamento e nella vendita di marijuana....

TORINO – Appendino condannata a 6 mesi: “Continuo nella mia carica di Sindaco; mi autosospendo dal M5s

TORINO - “Questa sentenza non pregiudica la possibilità di rimanere in carica e, quindi, porterò regolarmente a scadenza il mio mandato,...

TORINO – Incendio in un condominio di via Bricca; evacuate una quindicina di persone

TORINO - I Vigili del Fuoco del comando di Torino sono intervenuti oggi pomeriggio, domenica 20 settembre, in via Bricca 33...

TORINO – Dipendente perseguitata da oltre un anno, arrestato il titolare dell’azienda

TORINO - Mercoledì pomeriggio, gli agenti del commissariato Centro hanno proceduto all’esecuzione della misura degli arresti domiciliari per atti persecutori e...

Ultime News

COVID – Obbligo di effettuare il test anche per chi arriva dalla Francia

COVID – Allargato l'obbligo di effettuare il test: ora dovranno farlo anche coloro che arrivano dalla Francia.

PONT CANAVESE – Le preferenze dei candidati consiglieri

PONT CANAVESE - Le preferenze ottenute dai candidati consiglieri delle due liste: Per Pont e Pont Rinnovamento e Continuità per il...

VALPERGA – Le preferenze dei candidati delle 4 liste

VALPERGA - I voti ottenuti dai candidati delle quattro liste in corsa: Valperga in Movimento, Impegno Civico per Valperga, Primavera a...

VENARIA REALE – Giulivi e Schillaci al ballottaggio il 4 e 5 ottobre

VENARIA REALE – Tra quindici giorni, il 4 e il 5 ottobre, Venaria Reale andrà al ballottaggio.

RIVAROLO CANAVESE – Rem Bu Kan: a Igea Marina uno stage di “riconoscimenti” ed emozioni (FOTO)

RIVAROLO CANAVESE - "Egr. Sig., desidero esprimere la profonda gratitudine e grande rispetto per il lavoro che lei ha svolto incessantemente...
X