spot_img
giovedì 16 Settembre 2021
giovedì, Settembre 16, 2021

RIVAROLO CANAVESE – Numerosi punti in Consiglio Comunale; forse non l’ultimo dell’anno (FOTO)

Raffica di interrogazioni e mozioni

RIVAROLO CANAVESE – Seduta di Consiglio Comunale ieri, giovedì 19 dicembre, a Palazzo Lomellini, ma forse non ultima del 2019.

È infatti in previsione di convocare ancora un Consiglio Comunale nei giorni che intercorrono tra Santo Stefano e San Silvestro.

La decisione è stata presa dopo una discussione sul se accettare o meno l’inserimento di un punto dell’ultimo minuto.

Il giorno precedente il Consigliere del gruppo di minoranza della Lega, Roberto Bonome, in veste di vice Presidente del Consiglio, in sostituzione a Fernando Ricciardi che era assente, era stato convocato per richiedergli l’inserimento. Bonome ha accettato per poter permettere a tutti di valutare la situazione.

Il punto in questione riguardava l’inserimento di un progetto di viabilità relativo all’incrocio di via della Lumaca verso via San Francesco (teatro di un incidente mortale non molto tempo fa) e alla piccola rotatoria situata in corso Torino, dall’altro lato di via della Lumaca, nell’elenco delle opere pubbliche.

I gruppi di opposizione hanno sottolineato che non sapendo nulla del progetto, e considerando che poi non sarà più oggetto di discussione in consiglio ma solo materia di giunta, non potevano accettare di inserirlo a “scatola chiusa”.

Siccome la maggioranza vuole inserirla prima della fine dell’anno, allora il Sindaco Alberto Rostagno ha dichiarato che verrà convocato appositamente un altro consiglio.

“Bocciate” le due mozioni presentate dal gruppo consigliare di opposizione Riparoliudim (Bertot e Zucco Chinà), relative alla riorganizzazione del mercato ambulante e ad un calendario di eventi, da svolgersi in primavera, nei parco giochi cittadini.

Per la prima mozione, l’Assessore al Commercio Helen Ghirmu ha dichiarato che al momento sta lavorando con la Commissione Mercatale per risolvere alcune criticità, e che per il 2020 vuole concentrarsi su una riorganizzazione delle Fiere. Solo dopo essersi consultata con la Commissione Mercatale, che dice essere restia a riorganizzazioni e ammodernamenti, allora potrà accettare la mozione. Il Consigliere di opposizione Marina Vittone (Rivarolo Sostenibile) ha sottolineato la necessità di riorganizzare il mercato, per la pericolosità dei banchi in via Ivrea e per l’immissione delle vetture da via Fiume, con il rischio che qualcuno venga investito.

Per quanto concerne la mozione degli eventi ai parco giochi, il Sindaco Rostagno e il Consigliere Sara Servalli si sono detti contrari ad un impegno per tutti i sabati pomeriggio dei mesi primaverili ed estivi, perchè non è detto che la cosa sia poi fattibile in quanto può andare ad accavallarsi con altre attività.

Il Consigliere Bertot ha affermato che le mozioni sono state “bocciate” perchè “impegnano a fare”.

Accettata invece la mozione relativa all’installazione di videocamere di sorveglianza al centro Polisportivo per scongiurare atti vandalici.

Tra le varie interrogazioni presentate dai gruppi di opposizione, due hanno attirato maggiormente l’attenzione. Presentate da Rivarolo Sostenibile (Marina Vittone e Sandra Ponchia) riguardavano la “staffista” assunta dal Sindaco e la ricerca della sede per l’Associazione Liceo Musicale.

Per la prima si chiedeva al Sindaco quali sono i criteri di elevata qualificazione ed esperienza professionale che sostanziano il ruolo assunto dalla nuova figura inquadrata nella pianta organica del Comune e quali specifiche mansioni ed obiettivi le saranno affidati. Rostagno ha risposto che i candidati erano sette e che la commissione preposta ha valutato i curriculum e i colloqui con i candidati. Dopodichè lui, sui criteri indicati dalla Commissione, ha effettuato la scelta.

Critica la Vittone che non ha avuto risposta sulle competenze e sulla metodologia di scelta che afferma sia stata un criterio soggettivo del Sindaco. Vaghi anche gli elenchi dei compiti per cui Rostagno ha dichiarato che la “staffista” dovrà cercare bandi per richiedere contributi e capire come strutturarli.

Per l’Associazione Liceo Musicale, l’Assessore Costanza Conta Canova ha dichiarato che non ci sono sedi della metratura necessaria (circa 500 metri quadri) nella disponibilità patrimoniale del Comune, pertanto ha lanciato un appello a tutti per trovare una soluzione.

Il Consigliere Vittone ha lanciato l’idea dei locali al primo piano della struttura che ospita il salone polivalente Montenero, ma la replica è stata che non può essere utilizzato in contemporanea al salone e che al massimo possono entrare contemporaneamente 25 persone e non di più, per questioni di sicurezza.

Vittone ha invitato l’Amministrazione ha verificare e a porvi rimedio in quanto, oltre al Liceo Musicale, ci sono ancora associazioni rivarolesi che attendono una sede sociale.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img