spot_img
domenica 26 Settembre 2021
domenica, Settembre 26, 2021

CIRIÈ – L’Unione dei Comuni del Ciriacese e del Basso Canavese è prima nella graduatoria regionale per l’Ufficio di Prossimità

Presto a Cirié uno sportello di accesso ad alcuni servizi della Giustizia

CIRIÈ – L’Unione dei Comuni del Ciriacese si è posizionata prima nella graduatoria del progetto “Uffici di Prossimità” della Regione Piemonte, il cui obiettivo è attivare presso i Comuni e le Unioni di Comuni disponibili una rete di sportelli per garantire ai cittadini un punto di accesso agli uffici giudiziari anche in quei territori in cui la razionalizzazione prevista dal Ministero della Giustizia ha eliminato sedi di Tribunale.

Infatti sarà proprio la Città di Ciriè, già sede del Tribunale per la nostra zona, ad ospitare l’Ufficio di Prossimità.

La riforma della geografia giudiziaria ha consentito tempo fa una razionalizzazione delle risorse del sistema giustizia, ma ha contemporaneamente ridotto la presenza di uffici sul territorio acuendo la pressione su quelli che sono stati mantenuti. Il progetto “Uffici di Prossimità è stato finanziato dal Ministero di Giustizia per garantire la tutela dei diritti, in particolare per determinate pratiche, senza doversi necessariamente recare presso gli uffici giudiziari, e assicurando così maggiore efficienza e trasparenza nei rapporti tra il sistema Giustizia e i cittadini.

“Scopo degli Uffici di Prossimità – dichiara il Sindaco di Ciriè Loredana Devietti – è fornire ai cittadini informazioni complete e semplificare l’accesso ad alcuni servizi della giustizia. In pratica, diventeranno un punto di riferimento e di sostegno al cittadino che non dovrà più rivolgersi a numerosi interlocutori, e spesso distanti, per fruire di un servizio. Siamo veramente contenti che l’Unione dei Comuni del Ciriacese e del Basso Canavese sia stata scelta come sede di Ufficio di Prossimità. Con l’Assessore Giada Caudera ci siamo attivate subito, appena siamo venute a conoscenza del bando, e abbiamo preso contatto con l’Unione dei Comuni e con il Consorzio Socio Assistenziale; entrambi si sono dimostrati molto contenti dell’opportunità e molto disponibili. Ora si procederà con l’iter necessario per rendere operativo il progetto in accordo con la Regione e con il Tribunale, i locali individuati potrebbero essere presso il Cis di Ciriè, così come il personale addetto che, in particolare in materia di tutele, è già stato formato in parte proprio all’interno del Consorzio. I cambiamenti per i ciriacesi e per tutti gli abitanti dei comuni facenti capo al Consorzio saranno notevoli: sarà infatti possibile, ad esempio, recarsi a Cirié per ottenere la modulistica in vigore presso gli uffici giudiziari, per depositare i ricorsi, per ricevere aiuto nella compilazione dei rendiconti periodici di Amministrazione di Sostegno e Tutele e ottenere una consulenza per casi complessi inerenti gli istituti di protezione giuridica. Dopo la soppressione della sede distaccata del Tribunale di Torino a Cirié, l’Ufficio di Prossimità rappresenta un importante servizio, in cui abbiamo fortemente creduto e per cui abbiamo lavorato con costanza. D’ora in poi, in alcune situazioni, non sarà più necessario recarsi a Torino o a Ivrea ma sarà sufficiente rivolgersi agli uffici ciriacesi, con evidenti vantaggi per tutti”.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img