giovedì 28 Ottobre 2021
spot_img
spot_img
spot_img

L’UE ha adottato un nuovo pacchetto di assistenza da 297 milioni di euro

L'obiettivo è sostenere i rifugiati e le comunità ospitanti in Giordania e in Libano

L’Unione europea ha adottato un nuovo pacchetto di assistenza da 297 milioni di euro per sostenere i rifugiati e le comunità ospitanti in Giordania e in Libano attraverso il Fondo fiduciario regionale dell’UE in risposta alla crisi siriana. 

[metaslider id=”187330″]

L’UE ha inoltre deciso di prorogare il mandato del fondo fiduciario che consentirà la realizzazione dei progetti del fondo fiduciario fino alla fine del 2023.

Il commissario per il vicinato e l’allargamento Olivér Várhelyi ha commentato: “Il pacchetto di assistenza recentemente adottato fornirà ulteriore supporto ai rifugiati e alle comunità ospitanti quando si tratta di mezzi di sussistenza, protezione sociale, assistenza sanitaria di qualità accessibile, infrastrutture idriche e di acque reflue. Il lavoro del Fondo fiduciario dell’UE è stato fondamentale per fornire assistenza vitale ai rifugiati in fuga dalla guerra siriana e ai paesi che ospitano i rifugiati. L’estensione del Fondo fiduciario regionale dell’UE in risposta alla crisi siriana ci consente di continuare il nostro sostegno alle persone bisognose e all’intera regione “.

[metaslider id=”209484″]

Il pacchetto di assistenza comprende le seguenti azioni a sostegno dei rifugiati e delle comunità ospitanti

  • 45 milioni di euro a sostegno dello sviluppo economico e della stabilità sociale in Libano per favorire la crescita economica e lo sviluppo locale;
  • 48 milioni di euro per migliorare i servizi pubblici di acqua e acque reflue per le comunità ospitanti locali e le popolazioni di rifugiati siriani in Libano;
  • 70 milioni di euro per un migliore accesso a servizi sanitari di qualità, equi e convenienti per le popolazioni vulnerabili in Libano;
  • 59 milioni di euro per rafforzare l’autosufficienza dei rifugiati e delle comunità di accoglienza in Giordania, lavorare per un sistema nazionale inclusivo di protezione sociale e creare opportunità di lavoro dignitose per i siriani;
  • 39 milioni di euro per l’istituzione di un sistema integrato di gestione dei rifiuti solidi nei campi profughi siriani e nelle comunità vicine in Giordania per migliorare la salute, le condizioni ambientali e creare opportunità di lavoro;
  • 36 milioni di euro per sostenere le esigenze dei rifugiati palestinesi provenienti dalla Siria in Giordania e in Libano.

[metaslider id=”187333″]

Il nuovo pacchetto di assistenza è stato adottato dal consiglio operativo del Fondo fiduciario dell’UE, che riunisce la Commissione europea, gli Stati membri dell’UE e la Turchia. Tra gli osservatori del Comitato operativo vi sono membri del Parlamento europeo, rappresentanti di Iraq, Giordania, Libano, Banca mondiale e Fondo fiduciario per il recupero della Siria. Con questo pacchetto recentemente adottato, il Fondo fiduciario ha impegnato oltre 1,8 miliardi di euro in azioni concrete nella regione, aiutando sia i rifugiati che i paesi ospitanti.

Informazioni sul fondo fiduciario regionale dell’UE in risposta alla crisi siriana

[metaslider id=”187327″]

Dalla sua istituzione nel dicembre 2014, una quota significativa del sostegno dell’UE per aiutare i rifugiati siriani e i paesi confinanti con la Siria viene fornita attraverso il Fondo fiduciario regionale dell’UE in risposta alla crisi siriana . Il fondo fiduciario rafforza una risposta integrata degli aiuti dell’UE alla crisi e si occupa principalmente della resilienza a più lungo termine e delle necessità di rafforzare l’autosufficienza dei rifugiati siriani e, allo stesso tempo, contribuisce ad alleviare la pressione sulle comunità ospitanti e le amministrazioni nei paesi vicini come Iraq, Giordania, Libano e Turchia.

[metaslider id=”208380″]

Il Fondo ha inoltre sostenuto i Compatti dell’UE concordati con Giordania e Libano per assisterli meglio nella prolungata crisi dei rifugiati. Con il nuovo pacchetto adottato ora, il Fondo ha mobilitato un totale di oltre 700 milioni di euro per il Libano , oltre 500 milioni di euro per la Turchia, oltre 400 milioni di euro per la Giordania e oltre 150 milioni di euro per l’Iraq in 5 anni di attività. Complessivamente, oltre 1,8 miliardi di euro sono stati mobilitati dal bilancio dell’UE e dai contributi di 22 Stati membri dell’UE e della Turchia.

I programmi del Fondo fiduciario sostengono l’istruzione di base e i servizi di protezione dei minori per i rifugiati, la formazione e l’istruzione superiore, un migliore accesso all’assistenza sanitaria, un migliore accesso alle infrastrutture idriche e delle acque reflue, sostegno alla resilienza, emancipazione delle donne e lotta alla violenza di genere, nonché opportunità economiche e stabilità sociale. Il Fondo può anche sostenere gli sfollati interni in Iraq e le azioni nei Balcani occidentali.

[metaslider id=”187336″]

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img