venerdì 25 Giugno 2021
venerdì, Giugno 25, 2021
spot_img

TORINO – Riprese le operazioni di soccorso dei due escursionisti bloccati a Sauze di Cesana

Si trovano al bivacco Rattazzo, bloccati dalla neve

TORINO – Sono riprese le operazioni di soccorso per i due escursionisti bloccati al bivacco Rattazzo intorno a quota 2200 metri nel territorio di Sauze di Cesana.

Al momento le condizioni meteorologiche sono ancora negative con nevischio e pericolo valanghe 4 su una scala di 5. In attesa di un miglioramento atteso nel corso della giornata, che consentirebbe di raggiungere il bivacco con l’elicottero, una squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese si sta preparando per effettuare una prima perlustrazione con sci e pelli di foca lungo la carrozzabile che conduce alla frazione Bessè Haut, isolata per l’elevato pericolo valanghe. Da lì si valuteranno le condizioni di sicurezza per eventualmente proseguire via terra nel caso non fosse possibile intervenire via aria. Collaborano nelle operazioni il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri.

I due escursionisti sono bloccati al bivacco da ieri mattina, domenica 24 novembre.

Intorno a mezzogiorno il Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese è stato coinvolto nell’operazione di soccorso partita dopo la chiamata dei due escursionisti che non riuscivano a tornare a valle a causa della troppa neve caduta nelle ultime 48 ore, presumibilmente dopo aver pernottato nella struttura non gestita. Purtroppo per tutta la giornata le condizioni meteorologiche hanno reso impossibile l’intervento soprattutto a causa dell’elevato grado di pericolo valanghe Nel pomeriggio i due escursionisti si sono spostati dal bivacco per raggiungere un punto con rete telefonica e hanno effettuato una seconda chiamata in cui è stato spiegato loro di aspettare nel bivacco fino ad oggi.

spot_img
spot_img
spot_img