giovedì 29 Ottobre 2020

Venezia, perché è “scientificamente sbagliato” dare la colpa al clima 

di Stefania Marignetti

“Se è vero che c’è un cambiamento climatico che sta portando all’innalzamento del Mediterraneo, è anche vero che i fenomeni dell’acqua alta ci sono sempre stati. In questo caso, si sono concatenati più fattori, dai venti alla marea, ma legare questo specifico avvenimento ai cambiamenti climatici è scientificamente sbagliato”. Lo dice all’Adnkronos il climatologo e geologo Massimiliano Fazzini che ricorda l’alluvione di Venezia del 1966: “se l’acqua alta del ’66 si fosse verificata oggi, saremmo arrivati addirittura a 206 cm”, perché nel frattempo, in questi oltre 50 anni, “abbiamo perso 12 cm di suolo per il fenomeno della subsidenza”, cioè il lento e progressivo sprofondamento del fondo, ad esempio,di un bacino marino.

Secondo Fazzini, il cambiamento climatico (in atto, e su questo non ha dubbi) influisce invece “sulle più frequenti maree di moderata intensità, quelle insomma che non fanno scattare l’allarme rosso”.

La soluzione, comunque, non è il Mose, “un progetto molto ben indirizzato e tecnicamente futuristico quando fu partorito, ormai 40 anni fa, ma ritardato al punto che oggi non solo non è più futuristico ma poco serve alla mitigazione del rischio inondazione per l’alta marea a Venezia”. Perché? Perché pensato per arginare fino ai 130 cm, ma dall’epoca della progettazione del Mose a oggi, ricorda Fazzini, “si sono persi centimetri a causa del fenomeno della subsidenza, si sono persi cm a causa dell’innalzamento del livello del mare, si sono persi centimetri per le escavazioni effettuate sul fondale per la sua realizzazione, e quindi oggi l’opera risulta troppo bassa e quindi meno efficace”. Insomma, “allo stato attuale, il Mose può ridurre il rischio ma non lo abbatte”.

Soluzioni alternative? “Io non ne vedo, dal punto di vista prettamente tecnico e su questo mi sono confrontato anche con ingegneri idraulici e dell’Ispra – risponde Fazzini – E siccome non basta più il Mose a garantire la sicurezza della popolazione, è evidente e impellente per il Comune dotare Venezia, entro un anno, di un piano di adattamento ai cambiamenti climatici. Assurdo che una città così fragile e a rischio non ne abbia ancora uno”.

Original Marines
- Advertisement -

Leggi anche..

Zangrillo: “Italia sta reagendo, stiamo tranquilli”

"Il messaggio è che dobbiamo essere tranquilli, l’Italia sta reagendo in modo positivo". Lo ha detto Alberto Zangrillo, primario di anestesia e rianimazione dell'ospedale...

Proteste e scontri, da Genova a Palermo 

Non si placa l'ondata di proteste contro le misure anti-Covid. E anche stasera, come già accaduto nei giorni scorsi, si sono registrati disordini e...

Nuovo Dpcm, da Moretti a Vanzina: il cinema scrive a Conte 

Sigle ed artisti del cinema hanno scritto una lettera aperta al ministro Dario Franceschini ed al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dicendosi sospesi e...

Galli: “Il non necessario a breve andrà tolto” 

"In ospedale lo sconforto, nel personale, è tangibile. Il reparto, almeno da noi, somiglia già molto a quello dello scorso marzo". Lo dice Massimo...

Locatelli: “Non rivivremo il lockdown, Paese è preparato” 

"I numeri italiani non possono che essere guardati con una certa preoccupazione, per quanto la nostra situazione sia favorevole rispetto a quella di altri...

Ultime News

IVREA – In fiamme il quadro elettrico in una palazzina di via Palestro

IVREA – Intervento dei Vigili del Fuoco di Ivrea oggi, giovedì 29 ottobre, poco prima delle 18, in via Palestro, ad...

ASTI – Esenzione della tassa per gli operatori del mercato su area pubblica

ASTI - L’articolo 109 della Gazzetta Ufficiale del 13 ottobre 2020, convertendo il decreto di maggio in legge, stabilisce il diritto...

TRASPORTI – Le Regioni del Nord: “I finanziamenti statali non bastano per potenziare il servizio pubblico Locale”

TRASPORTI - “Al Governo abbiamo più volte ribadito che i finanziamenti statali destinati al trasporto pubblico locale per l’emergenza sanitaria (500+400...

VENARIA REALE – “Venaria aiuta Venaria”: il Comune cerca volontari in supporto alla popolazione

VENARIA REALE - L’ Amministrazione Comunale chiede alle Associazioni presenti sul territorio venariese e alle Caritas parrocchiali la disponibilità a fornire...

PIEMONTE – In allestimento di fronte agli ospedali le tensostrutture dell’Esercito Italiano

PIEMONTE – Sono in allestimento, all'esterno di numerosi ospedali, alcune tensostrutture modulabili riscaldate con lo scopo di potenziare in particolare i...