giovedì 24 Giugno 2021
giovedì, Giugno 24, 2021
spot_img

TORINO – Carcere: aggressione ai danni di due poliziotti penitenziari

La notizia è stata riportata dal Segretario Generale dell'O.S.A.P.P.

TORINO – Ieri, intorno alle 17.30, nel carcere di Torino ‘Lo Russo e Cutugno’, un detenuto ha rifiutato di essere sottoposto alla perquisizione all’uscita dal colloquio con i familiari, nonostante le sollecitazioni da parte del personale operante. All’ennesimo invito, il detenuto si è scagliato prima nei confronti di un Agente e successivamente ha colpito con un pugno sul volto un altro Agente.

A dare la notizia è il Segretario Generale dell’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) Leo Beneduci che aggiunge : “Ribadiamo da molto tempo che per motivi di ordine e sicurezza le condizioni di lavoro del personale di polizia Penitenziaria nelle carceri Italiane sono più che critiche e oltre agli evidenti rischi per l’incolumità fisica degli addetti del Corpo la situazione è resa ancora più precaria da una gravissima carenza di organico che rende pressoché impossibile fare fronte ai molteplici eventi critici che quotidianamente accadono.”

“Ovviamente – prosegue il leader dell’O.S.A.P.P. – per il carcere di Torino, dovrebbero essere assunti nei confronti del detenuto in questione, da parte degli organi dell’Amministrazione Regionale e Centrale, provvedimenti sia di ordine disciplinare e sia per il ricollocamento dello stesso in altre strutture come invece non sembra essere nelle corde di tali organi e a farne le spese di tale assenza sono proprio gli appartenenti alla Polizia Penitenziaria. Semprechè il Provveditore Regionale facente funzioni abbia a cuore l’incolumità del personale di Polizia Penitenziaria in servizio a Torino.

Sollecitiamo di nuovo il Ministro Bonafede e i Sottosegretari Ferraresi e Giorgis e il nuovo Capo del DAP – conclude Beneduci – a dare il tanto atteso segnale di cambiamento intervenendo concretamente “.

spot_img
spot_img
spot_img