TORINO – Ieri sera, mercoledì 16 ottobre, alle 21, in Via Guido Reni, 67 a Torino, alla fermata GTT, due persone a bordo di una Fiat Punto hanno rapinato una donna di 47 anni.

Uno dei due, dopo esser sceso dal mezzo, ha puntato un coltello al fianco della donna e le ha sottratto la borsa e poi è salito sulla Punto guidata dal complice.

Immediate le ricerche eseguite da un’autoradio, attivate su segnalazione 112 e con la collaborazione di un carabiniere della Stazione Mirafiori, intervenuto libero dal servizio in soccorso della vittima, hanno permesso di rintracciare e bloccare l’auto in Via Vandalino, 57, a bordo della quale è stato identificato il conducente, un italiano di 33 anni.

A momento del controllo, il complice, seduto al lato passeggero è scappato ma è stato fermato dopo un lungo inseguimento a piedi (oltre 20 minuti nel reticolato di strade insistenti nelle zone limitrofe fino a che, braccato, si è rifugiato in un capannone abbandonato sito in Via Asiago, 27).

Il fuggitivo, un marocchino di 36 anni, senza fissa dimora, con precedenti di polizia, ha opposto resistenza e ha minacciato i carabinieri con una spranga di ferro.
La perquisizione del veicolo ha consentito di trovare la borsa rubata alla donna. La coppia è sospettata di aver commesso altre rapine in zona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here