Nessun ritiro di soldati americani, solo un ridispiegamento di 50-100 militari verso altre basi all’interno della Siria. E’ quanto hanno chiarito fonti dell’amministrazione di Washington in un briefing con i giornalisti a proposito dell’annuncio fatto ieri dal presidente Donald Trump e del possibile avvio di un’operazione turca nel nord della Siria. “Noi abbiamo un piccolo numero, da 50 a 100 uomini delle forze speciali nella regione, e non dovrebbero rischiare di essere feriti, uccisi o catturati nel caso in cui i turchi dovessero superare il confine ed avviare una battaglia con le forze locali curde”, ha premesso la fonte. Pertanto, il presidente, nella sua qualità di comandante in capo, “aveva l’obbligo di rimuovere questo piccolo numero di soldati che si trova lì”, ha proseguito la fonte, sottolineando che “questo non costituisce un ritiro dalla Siria: stiamo parlando di un piccolo numero che sarà spostato in altre basi all’interno della Siria, in aree sicure”.