PONT CANAVESE – Un evento biennale che torna per accogliere le mandrie che tutti gli anni ripetono questo antico rito di passaggio dalle pianure all’alpeggio in primavera e di rientro in autunno: biodiversità, tradizione e attenzione sono le parole chiave di un rito ormai millenario.

Sabato 28 il programma prevede passeggiate ed escursioni a cura di Marco Varda (per info e prenotazioni www.latransumanza.it) per scoprire i nostri sentieri sulle orme della transumanza.

In paese, gli artisti e artigiani di Contrada Maestra, sotto gli antichi portici di via Caviglione accoglieranno tutti i bambini e le famiglie per una serie di laboratori a loro dedicati: creta, alluminio e legno saranno le materie prime tutte da trasformare per creare mucche, campane e oggetti legati alla transumanza.

In serata a Pont si parla di eccellenze enogastronomiche: al Castello della Torre Tellaria ci sarà “Margari e Vignaioli”, un tour di degustazione tra i produttori dei grandi bianchi canavesani, rossi e passiti accompagnati dai formaggi delle nostre valli e i prodotti di eccellenza del Marchio Qualità del Parco Nazionale del Gran Paradiso (su prenotazione 338 8780324).

La domenica 29, ai primi rintocchi dei campanacci, si animerà la festa!

Le mandrie e i margari che scenderanno, durante tutta la giornata, dalle valli Orco e Soana troveranno un paese animato da musica, attività e giochi per tutti. Tra un passaggio e l’altro, si potrà visitare il paese in carrozza o a dorso di un asino, fare lunghe passeggiate tra la torre Ferranda, sede del museo del territorio, e la torre Tellaria ove Sabrina vi accoglierà e insieme alle sue vacche darà dimostrazione di mungitura. E poi ancora il museo Etnografico a cura de Ij Canteir e il Museo della Plastica vi daranno una visione storicamente completa di come si è evoluto il nostro territorio: dalle tradizioni e antichi mestieri, all’innovazione e avanguardia.

Per i bambini, il Parco Mazzonis sarà tutto per loro con i giochi di una volta e i percorsi nel fieno di Fianoland.

Accontenteremo anche gli appassionati di enograstronomia e i palati più curiosi con i piatti da passeggio a base di polenta serviti in Piazza Craveri. Si potrà scegliere anche di fornirsi di formaggi e prelibatezze locali ai numerosi banchetti che affolleranno la piazza per poi dirigersi verso i parchi delle torri per saziare lo stomaco ma anche la vista. Infine tutti i ristoranti del paese dedicheranno un menù alla transumanza con piatti all’insegna della tradizione (consigliata la prenotazione).

Il messaggio di questa edizione è “La transumanza è nelle tue mani” per sottolineare quanto sia importante non spegnere mai i riflettori su tradizioni come questa che garantiscono la sopravvivenza delle nostre montagne, dei margari e di quella biodiversità tanto acclamata quanto necessaria. Vi aspettiamo!

1 COMMENTO

  1. Bellissima presentazione. Come sono contenta che il paese si animi e come mi piacerebbe che ci fossero tante altre occasioni di animazione. Auguri!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here