CHIVASSO – Si fermerà a Chivasso la carovana della “Torino-Venezia in tandem, sulla Via del Po”, sabato 7 settembre, alle 10,30 in piazza della Repubblica.

Tra i cinque tandem protagonisti dello straordinario evento, tutti con a bordo una persona ipovedente ed un accompagnatore, ce n’è anche uno con due chivassesi in sella: Michele Rosso, dell’Apri (Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti) e Luca Morandi, appassionato ciclista e presidente del Club fotografico “La Tola” di Chivasso.

La “fermata” a Chivasso è stata voluta ed organizzata dalla locale Sezione Uildm (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) “Paolo Otelli” di Chivasso. «Abbiamo coinvolto l’Amministrazione comunale, affinchè Chivasso potesse dare risalto a questa manifestazione sportiva, cicloturistica e di inserimento sociale delle persone con disabilità visiva – spiega il presidente della Uildm chivassese, Renato Dutto -, anche perchè tra i coraggiosi atleti che si cimenteranno in tandem sino a Venezia vi sono anche due chivassesi, Michele Rosso e Luca Morando, entrambi amici della Uildm, che da tempo si allenano per ben figurare lungo un percorso che conta ben 604 chilometri, in sette giorni di fatica e sacrificio. (nelle foto, momenti degli allenamento di Rosso e Morandi). Ringraziamo il direttore tecnico del percorso, Dario Vernassa, che ha accolto la nostra proposta di fermata a Chivasso».

Il cimento sportivo da Torino a Venezia è stato ideato e promosso dall’Asd Polisportiva Uici (Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti) Torino Onlus. I tandem partiranno da Torino sabato 7 settembre, per approdare a Venezia-Mestre venerdì 13 settembre, percorrendo la “Via del Po”. Saranno assistiti da meccanici e personale di supporto e verranno accompagnati da tre ciclisti singoli e due mezzi furgonati, che provvederanno al trasporto dei bagagli e fungeranno da officina mobile.

Questa esperienza ricca di emozioni attraverserà Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto e toccherà Torino, Chivasso, Crescentino, Trino, Casale Monferrato, Valenza, Pavia, Chignolo Po, Cremona, Brescello, Mirandola, Ferrara, Contarina e Venezia-Mestre.
Le tappe saranno caratterizzate da incontri con gli amministratori locali e le associazioni sportive e di volontariato, visite turistiche e presentazioni di prodotti enogastronomici locali.

La “Torino-Venezia lungo il Po” è copromossa dall’Aiav, Associazione italiana agenti di viaggio, il cui presidente Fulvio Avataneo sottoline che «creare uno stretto rapporto tra le organizzazioni locali e nazionali che rappresentano le diverse disabilità e gli agenti di viaggio italiani è per noi fondamentale, per diventare i migliori referenti per le persone disabili sia nell’organizzazione di iniziative sportive, culturali o enogastronomiche sia per le loro stesse vacanze». Go-on-Itlay, Sanicode ed Exibito sostengono l’iniziativa. L’evento è statao presentato nella mattinata di martedì 3 settembre, nella sala stampa del Palazzo della Regione Piemonte.

Sabato 7 settembre, verso le 9.30, la carovana farà una breve sosta in corso Casale a Torino, di fronte al monumento a Fausto Coppi. Alle 10,30 l’arrivo a Chivasso, accolti dai volontari Uildm e dall’Amministrazione comunale, e successivamente, a Trino Vercellese (Vc), si terrà un secondo incontro con le autorità, prima di concludere la prima tappa a Casale Monferrato (Al). Le altre soste notturne sono previste a Chignolo Po (Pv), Brescello (Re), Ferrara e Contarina (Ro).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here