“Estrema preoccupazione” arriva dal Foreign Office britannico per le notizie secondo cui un dipendente del consolato a Hong Kong sarebbe stato “fermato” al rientro dalla Cina nell’ex colonia britannica. Lo riferisce la Bbc. Di Simon Cheng non si avrebbero più notizie dall’8 agosto. Una nota del Foreign Office precisa che Londra sta “cercando ulteriori informazioni dalle autorità della provincia di Guangdong e di Hong Kong”.

“Siamo preoccupati per le notizie secondo cui un membro del nostro staff è stato fermato mentre tornava a Hong Kong da Shenzhen”, ha detto un portavoce del Foreign Office, citato dalla Bbc. Al sito di notizie Hk01, una donna – presentata come la fidanzata dell’uomo – ha spiegato che Cheng sarebbe dovuto tornare a casa l’8 agosto, ma non è mai arrivato.