KARATE / RIVAROLO CANAVESE – Domenica 22 luglio a Hradek Kralove in Rep. Ceca si è conclusa la 13^ edizione del Campionato Mondiale di Karate Shotokan, organizzato dalla Skief International.

La manifestazione ha registrato la presenza di ben 55 nazioni, che hanno schierato sul tatami, 1274 agonisti cinture nere juniores, seniores e veterani nelle specialità kata e kumite individuali e a squadre.

L’ Italia nel medagliere si è classificata al terzo posto, alle spalle del come sempre fortissimi Giappone e del Portogallo, conquistando ben 5 ori, 4 argenti e 14 bronzi.

Al ricco medagliere azzurro, hanno dato notevole contributo gli agonisti della Rem Bu Kan di Rivarolo Canavese, diretta dal Maestro Giacomo Buffo ( 6° Dan) e supervisionata dal direttore Tecnico Ski del Piemonte il Maestro Mario Bessolo (7° Dan).

Gli agonisti canavesani sono stai protagonisti di questo mondiale, sia nelle competizioni individuali che a squadre.

Ecco il medagliere Rem Bu Kan:

Kata
BRONZO per Giorgio Padoan individuale juniores (62 competitori)

Squadre seniores
ARGENTO per Marco Buffo, Lorenzo Terzano e Riccardo Carlino (25 squadre)

Kata individuale Seniores (95 competitori)
9°posto Lorenzo Terzano; 16° posto Marco Buffo

Squadre juniores (10 squadre): BRONZO per Matteo Bertone, Matteo Spezzano e Giorgio Padoan

Kumite
Categoria master (30 competitori): BRONZO per Giacomo Buffo; BRONZO per Giulia Buffo (squadre); BRONZO per Pasquale Rizzo (squadre).

Quarti di finale per Giulia Buffo
Ottavi di finale per Marco Buffo e Lorenzo Terzano
Nel kumite seniores Pasquale Rizzo si porta avanti ma è fermato dal fortissimo inglese Roberts Sonny.

Per i più giovani

Ottime la prestazione nel kumite rembukino Mattia Aimonetto dove sui 60 competitori arriva ai quarti di finale mentre nel kata Alessandro Sacco si fa prendere dall emozione, si blocca, riprende il kata, è evidente la sua migliore prestazione, ma non si ammettono incertezze ed è eliminato.
Nel kata individuale, Giulia Buffo nella categoria superiore, rispetto ai precedenti mondiali, al secondo turno è eliminata dalla giapponese 25ene campionessa in carica e confermata quest’anno: la sorte in tabelllone non è stata dalla sua.
La Rem bu kan torna a casa orgogliosa dei suoi atleti.

SCORRERE PER GUARDARE LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here