TORINO – E’ in corso da tre giorni (dall’8 luglio), presso l’istituto penitenziario di Torino, l’astensione dalla consumazione del pasto presso la mensa obbligatoria di servizio da parte del personale di Polizia Penitenziaria della struttura, in ragione delle gravissime disfunzioni organizzative e delle precarie e disagevoli condizioni della stessa.

Da tempo l’Osapp denuncia questa incresciosa situazione: il forno è inutilizzabile per la preparazione delle derrate alimentari che spesso scarseggiamo e sono di qualità non conforme ai normali standard. “Questa situazione che si protrae da tempo ha inasprito come non mai i Poliziotti Penitenziari che hanno deciso questa dura protesta.

“Da tempo denunciamo questa insostenibile situazione che è divenuta insopportabile. – Dichiara Leo Beneduci, Segretario Generale Osapp – Valuteremo, qualora le condizioni non dovessero migliorare una protesta davanti i locali della mensa entro la fine del mese. Chiediamo quindi, con forza, che la Direzione intervenga, unitamente al Provveditore Regionale, per gli urgentissimi correttivi e per il rispetto del contratto al fine di consentire un pasto dignitoso a tutto il personale di Polizia Penitenziaria avente diritto.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here