lunedì 19 Aprile 2021

CASTELLAMONTE – Inaugurato l’orto sociale, un progetto che mette la persona in primo piano (FOTO E VIDEO)

Un progetto propedeutico che unisce associazioni e Comune

CASTELLAMONTE – Si chiama “Di Terra in Terra LAB” il progetto di Semi Onlus in collaborazione con La Tartaruga e il Comune di Castellamonte, avviato nel 2018 con il contributo della Fondazione di Comunità del Canavese e il Ciss 38.

Un laboratorio itinerante di agricoltura inclusiva che si pone come obiettivo la cura del territorio e della persona.

Il terreno in cui nasce l’orto sociale, inaugurato ieri, sabato 29 giugno, è stato individuato nel 2018: un’area piena di rovi situata in via Olivetti.

Il progetto era già nelle intenzioni dell’Amministrazione comunale che voleva svilupparlo in un campo vicino all’ospedale, ma i tempi erano troppo lunghi, quindi si è cercato un altro posto.

Un progetto che mette in primo piano le persone in difficoltà, che, coltivando, possono fare aggregazione, stare meglio e ripartire con la loro vita.

Dopo un periodo di formazione presso un’azienda agricola di Caluso, è iniziato il lavoro all’orto sociale, cercando di coinvolgere più associazioni castellamontesi possibili.

I viveri coltivati verranno distribuiti alle famiglie di Castellamonte in difficoltà, attraverso la San Vincenzo.

“Vorremmo che diventasse un progetto pilota – dichiara l’Assessore Patrizia Addis – perchè riteniamo possa aiutare davvero i malati di Parkinson, Alzheimer o i portatori di handicap. Ringrazio tutti per l’impegno con il quale hanno fatto diventare realtà questo sogno”.

SCORRERE PER GUARDARE LE FOTO

Leggi anche...

spot_img