JUDO / MONTANARO – Nel week end del 15 è 16 giugno l’Asd Olympian Sport Montanaro, con gran orgoglio, ha partecipato al Judo Green Camp stage federale organizzato dal Campione italiano ed olimpionico Elio Verde della Polizia di Stato insieme a Trevis Stevens che ha partecipato a ben tre olimpiadi; vice Campione olimpico di Rio 2016 e Campione mondiale di Brasilian ju jitsu, che si è tenuto a Laigueglia.

Lo stage è stato aperto a tutti i tesserati di judo in età compresa tra i 5 anni​ fino agli over 40 in 3 sessioni di allenamento dai 5 agli 11 anni, dai 12 ai gli under 16 e dai 17 anni in sù. Hanno preso parte in questi 5 giorni oltre 400 atleti provenienti da tutta Italia, alcuni francesi ed anche una numerosa squadra dalla Svizzera che ha ben figurato nella fascia giovanile.

La città di Laigueglia pienamente soddisfatta per l’evento è stata presa letteralmente d’assalto dai judoka e dalle loro famiglie che hanno albergato durante tutto il Camp nelle strutture convenzionate, ristoranti compresi.
“Si può dire che il clima che si è creato è stato davvero entusiasmante, vedere tutti questi atleti insieme per giorni grandi e piccoli sul tatami, in spiaggia e al mare andare in divisa, giocare e anche la sera stare insieme. “

Ad arricchire lo stage è stata la presenza dello statunitense Trevis che ha fatto vedere passaggi da campione al quale tutti potevano attingere, esercizi di altissimo livello. Era presente anche la squadra nazionale della Polizia di Stato (fiamme oro) capitanata da Elio Verde e la squadra sportiva dei Carabinieri capitanata da Paolo Bianchessi, un colosso della categoria +100 kg anch’egli olimpionico, che giocava con bambini molto piccoli di età, un po’ come un gigante in mezzo ai piccoli.

L’ associazione montanarese si ritiene contenta e soddisfatta per aver partecipato per il secondo anno consecutivo a questo appuntamento importante che si può definire di connotazione internazionale ed in continuo crescendo. Gli organizzatori fanno sapere che il prossimo anno sarà ancora aumentato il numero forse triplicando addirittura le presenze.

L’accompagnatore Stefano Quattrone è felice che i piccoli atleti abbiano partecipato: “In particolare: Giulia Barbieri, Giulia e Iulis Quattrone… divertiti dentro e fuori il tatami, una due giorni per noi di sano sport e convivialità fra club. I ragazzi hanno giocato con i nazionali e provato tecniche di elevata caratura e difficoltà se vogliamo. É stata un esperienza unica poter stare insieme ai campioni e provare con loro, chiedere come si fa e stare insieme a tanti atleti provenienti da mezza Italia e ogni località, un esperienza unica, senza dubbio da ripetere.”

SCORRERE PER GUARDARE LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here