LOCANA – Gran Paradiso dal vivo, è la prima manifestazione di teatro 100% sostenibile, senza palchi né amplificazioni, che si svolgerà nelle vallate piemontesi del Parco dal 30 giugno al 21 luglio 2019. La rassegna è organizzata dal Parco Nazionale Gran Paradiso in collaborazione con Turismo Torino e Provincia e Consorzio Operatori turistici Valli del Canavese, con il contributo di Fondazione CRT, Ministero dell’ambiente e Consiglio Regionale del Piemonte. Patrocinio dell’Università della Valle d’Aosta e della Regione Piemonte.

La manifestazione si inserisce inoltre nella Strada Gran Paradiso.

Gli spettacoli nel Parco sono tutti gratuiti, la loro rappresentazione è in natura, per cui si raccomandano abbigliamento e calzature adatte; gli spettacoli si svolgeranno comunque, anche in caso di maltempo, in edifici al coperto.

A partecipare alla rassegna: O Thiasos TeatroNatura di Roma, Compagni di viaggio di Torino, Teatro e natura di Lorenza Zambon Casa degli Alfieri di Asti e il coro canavesano Artemusica.

L’appuntamento di Locana di domenica 30 giugno si inserisce innanzi tutto nel ricco programma della 9° Festa della Montagna organizzata dal comune e dalla Pro Loco in collaborazione con il Parco e che propone, la mattina, la cronoscalata Locana – Alpe Cialma e la mostra fotografica a cura di Simone Berra nel vecchio Mulino.

Al pomeriggio invece, l’appuntamento è alle ore 15 in frazione Ghiglieri, nel vallone di Piantonetto, a Locana, nei pressi dell’incubatoio ittico del Parco. Qui avranno luogo i saluti delle istituzioni e la presentazione dei progetti del Parco sull’acqua tra i quali “Acqua, risorsa a 360°”, finanziato dal Ministero dell’Ambiente.

Poi seguirà lo spettacolo in natura MITI D’ACQUA, Narrazione e Genius Loci di O Thiasos TeatroNatura con Sista Bramini e Valentina Turrini, tratto dalle Metamorfosi di Ovidio.

Lo spettacolo parla di un tempo in cui il dialogo con le rocce, gli alberi, i cervi, i fiumi era ancora vivo, e intenso, immersi in un mondo naturale di tanta potenza e bellezza, era lo stupore. Turbati dal sentimento di una parentela misteriosa, gli esseri umani potevano sentirsi quasi risucchiati nel turbine di un flusso vitale creatore di straordinarie forme viventi. Nelle metamorfosi acquatiche di Ovidio ritroviamo i frammenti di questo sentimento perduto, dove il mondo delle passioni umane e quello degli elementi naturali vivono ancora in un contatto fecondo di straordinari riflessi. Fonti, fiumi, laghi vivi, abitati da ‘geni locali’ ci parlano del loro valore irriducibile nelle storie di Aretusa, Ermafrodito, Atteone. Sono acque fresche che in limpide superfici scherzano con luce e riflessi; acque profonde che cantano, in gorghi torbidi, di oscurità fertili e inconsce; sono acque dal respiro infinito. Ascoltare questi miti accanto ad una fonte o in un bosco, nella qualità artistica della narrazione orale di Sista Bramini e di Valentina Turrini, può evocare l’emozione pura, inconsueta, di un’appartenenza reciproca, forse dimenticata, tra ciò che scorre dentro di noi e ciò che scorre fuori, nella natura circostante.

Dopo lo spettacolo verrà offerto un Aperitivo con prodotti Marchio di Qualità Gran Paradiso.

I prossimi spettacoli di Gran Paradiso Dal Vivo: sabato 6 luglio h21 Ceresole Reale: concerto Armonie di Sacro e Profano in natura con Artemusica; domenica 7 luglio h15 Locana Nusiglie: I tre minuti dell’uomo di Compagni di Viaggio; giovedì 11 luglio h20 Castello di Masino: Viaggio di Psiche con OThiasos TeatroNatura; venerdì 12 luglio h21 Ceresole Reale: Miti di Stelle con OThiasos TeatroNatura; sabato 13 luglio h21 Ronco Canavese: Terza lezione di giardinaggio per giardinieri planetari con Teatro e natura di Lorenza Zambon; sabato 20 luglio h21 Noasca: Miti di Stelle con OThiasos TeatroNatura; domenica 21 luglio h15 Valprato Soana Campiglia: Voci nel Bosco con Compagni di Viaggio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here