giovedì 22 Ottobre 2020

Giallo Torvaianica, in video uomo con tanica benzina: è Raco?  

Un uomo, non è ancora chiaro se si tratti o meno di Domenico Raco, considerata la scarsa nitidezza delle immagini, arriva in un benzinaio di viale Danimarca, a Torvaianica, alle 6,40 di venerdì mattina. Acquista 15 euro di benzina e un litro d’olio e si rimette al volante di una Fiat Bravo della quale non si legge la targa ma che è del tutto simile a quella che il 39enne di origini calabresi avrebbe poi portato dal meccanico a Pomezia per conto di un suo amico. E’ quanto si vede in un filmato della videosorveglianza di un distributore di benzina a poca distanza dal terreno di via San Pancrazio dove, alle 8,30 della stessa mattina, sarebbe andata a fuoco la Ford Fiesta grigia di Maria Corazza, l’altra vittima insieme a Raco, con i due corpi a bordo. “Conoscevo Domenico Raco, veniva qui a far benzina, a lavare la macchina” ha detto all’AdnKronos, il titolare del benzinaio Agip di viale Danimarca. “Ma non so se venerdì mattina sia venuto, eravamo aperti, ma in servizio c’era un dipendente. I carabinieri hanno acquisito le telecamere di questo come di tutti gli altri distributori fino a Pomezia, tra l’altro non ho potuto nemmeno visionare le immagini”.

Le immagini, che ora si sta cercando di sviluppare per sciogliere ogni riserva sull’identità dell’uomo in video, avvalorerebbero così l’ipotesi dell’omicidio-suicidio in attesa dell’esito dei due esami autoptici in programma per sabato. Se uno solo dei cadaveri presentasse una o più ferite riconducibili a un’arma e l’altro unicamente al fuoco, spiegano i carabinieri impegnati nelle indagini, quella che al momento resta una ipotesi insieme a quella del duplice omicidio non ancora scartata, potrebbe diventare realtà. Da capire, ancora, quando e se Raco sia andato a portare gli acquisti fatti nel distributore nel terreno, dove è poi arrivato sulla Fiesta dopo aver portato la Bravo in officina.

Original Marines
- Advertisement -

Leggi anche..

Galli: “Il non necessario a breve andrà tolto” 

"In ospedale lo sconforto, nel personale, è tangibile. Il reparto, almeno da noi, somiglia già molto a quello dello scorso marzo". Lo dice Massimo...

Locatelli: “Non rivivremo il lockdown, Paese è preparato” 

"I numeri italiani non possono che essere guardati con una certa preoccupazione, per quanto la nostra situazione sia favorevole rispetto a quella di altri...

Covid, Crisanti: “Misure restrittive con 7/8 mila casi al giorno”

"Se si arriva ai 7mila-8mila casi al giorno bisognerebbe prendere dei provvedimenti restrittivi". Lo dice Andrea Crisanti, virologo dell'Università di Padova, parlando degli ultimi...

Covid, Zaia: “In Veneto non c’è più emergenza”

"In Veneto ora non c'è più emergenza sanitaria. Abbiamo 28 persone in terapia intensiva, contro le centinaia di prima. Solo l'1,8 per cento dei...

Covid, Russia sfiora 8mila contagi in 24 ore  

La Russia sfiora gli 8mila contagi e i cento morti per l'epidemia di coronavirus nelle ultime 24 ore. L'ultimo bollettino delle autorità sanitarie registra...

Ultime News

GRUGLIASCO – Tetto in fiamme in via La Salle (FOTO)

GRUGLIASCO – Sono ancora in corso le operazioni di spegnimento del vasto incendio che sta divorando il tetto di un'abitazione in...

RIVAROLO CANAVESE – Lutto in città per la scomparsa dell’ex Sindaco Domenico Rostagno

RIVAROLO CANAVESE - È lutto a Rivarolo per la scomparsa di Domenico Rostagno, 92 anni, ex Sindaco della Città e padre...

PIEMONTE – Oggi, giovedì 22 ottobre, 1550 casi positivi, 11 decessi e 95 guariti

PIEMONTE – 1550 i casi positivi oggi in Piemonte. Di questi 799 (52%) sono asintomatici.   Dei 1550...

TORINO – Trapianto di midollo osseo al Regina Margherita, salvata un bimba di 3 anni

TORINO - Nel mese di agosto è stata accolta presso la Oncoematologia pediatrica dell'ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute...

RIVAROLO – Il Circolo PD Alto Canavese riassume la conferenza programmatica: “ Costruttiva, importante ed emozionante”

RIVAROLO CANAVESE - “Costruttiva, importante ed emozionante. Con questi tre aggettivi chiudiamo la prima conferenza programmatica dell'Alto Canavese.”
X