VENARIA REALE – Saranno messi alla prova i bulli che il 3 giugno scorso si sono introdotti all’interno del parcheggio Pettiti, recando danni alla struttura e scaricando alcuni estintori.

I ragazzi, tutti minorenni, sono stati identificati grazie al supporto delle telecamere di videosorveglianza e al lavoro della Polizia Municipale.
Una punizione esemplare decisa dal primo cittadino Roberto Falcone: “Insieme al comandante di Polizia municipale Vivalda, oggi abbiamo voluto incontrare innanzitutto i genitori: le punizioni non bastano, serve far comprendere ai ragazzi che ciò che hanno fatto ha delle conseguenze reali e materiali sulle tasche di tutti noi e in particolare dei loro genitori.”

“Questa consapevolezza – prosegue Falcone – si ottiene con il lavoro di squadra e con l’aiuto sopratutto delle famiglie. Da questo punto di vista sono contento di sottolineare che c’è stata piena condivisione con tutti i genitori e che nei prossimi giorni organizzeremo delle giornate di lavori socialmente utili, che possano ripagare tutta la comunità dei danni subiti. Ringrazio la polizia municipale non solo per il prezioso lavoro di identificazione, ma anche per la disponibilità al confronto con i genitori e i ragazzi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here