domenica 18 Aprile 2021

Ue all’Italia: “Procedura giustificata”  

L’avvio di una procedura per debito nei confronti dell’Italia è “giustificato”. Lo ha stabilito la Commissione Europea, che nel collegio di oggi ha adottato relazioni ex articolo 126.3 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea “nei confronti di Belgio, Francia, Italia e Cipro, in cui esamina la conformità̀ di questi paesi con i criteri relativi al disavanzo e al debito previsti dal trattato. Per l’Italia, la relazione conclude che è giustificata una procedura per disavanzi eccessivi per il debito”. 

In Italia, sottolinea Bruxelles, “le prospettive per la crescita e le finanze pubbliche sono peggiorate e le recenti misure messe in atto fanno marcia indietro su parti di riforme attuate in precedenza, anche in relazione al sistema pensionistico”. 

Netto il vicepresidente della Commissione Europea, Valdis Dombrovskis: in Italia, sottolinea, “abbiamo visto il danno che producono le recenti scelte di politica economica”, in particolare per quanto riguarda la “spesa per interessi”, dato che il Paese oggi “paga per il servizio del debito” una cifra che è pari a quella che serve a finanziare il sistema scolastico ed educativo. 

Leggi anche...

spot_img