spot_img
sabato 25 Settembre 2021
sabato, Settembre 25, 2021

La luce mi ferisce, Dall’Osso alla Camera parla bendato  

Non sopporto la luce mi faccia intervenire bendato. Matteo Dall’Osso, deputato di Forza Italia, malato di Sla
dall’età di 19 anni (oggi ne ha 41), ha chiesto e ottenuto dal vice presidente della Camera Ettore Rosato di poter svolgere il suo intervento in aula con una benda sugli occhi. “Mi scusi – ha detto all’inizio della replica alla risposta, data poco, prima dal sottosegretario alla Salute Luca Coletto, sulla richiesta di garanzie sull’assistenza fisioterapica ai malati di sclerosi multipla – ma le chiedo di poter coprire gli occhi, perché la luce mi dà troppo fastidio e non riesco a tenere gli occhi aperti”.
 

“La fisioterapia specialistica per un malato di Sla è essenziale. Sono felice della sua risposta – ha continuato Dall’Osso – ma vorrei vedere i fatti. Un malato di Sla è come se dovesse portarsi dietro 50 kg in più, ecco perché siamo sempre stanchi e affannati. Per noi fare fisioterapia é come dimagrire ogni giorno di un kg, se non la facciamo invece i kg raddoppiano. Alla ministra Giulia Grillo, che è anche medico e queste cose le sa benissimo, faccio l’appello di non tagliare i fondi per la fisioterapia. Occupatevi dei più deboli. Non esistono cattivi peggiori di un buono che diventa cattivo”.  

“Nel rispetto della sua condizione sanitaria – ha affermato Rosato rivolgendosi a Dall’Osso – ho accolto la richiesta di farle mettere una benda sugli occhi. Però la prego di far pervenire all’ufficio di presidenza della Camera, una documentazione medica in modo che questa autorizzazione possa essere permanente”.  

 

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img