CIRIÈ – Domenica 2 giugno sono stati premiate le eccellenze del territorio. La cerimonia si è svolta nel parco di palazzo d’Oria, alla presenza di una cinquantina di cittadini.

L’appuntamento è stato inaugurato dal sindaco Loredana Devietti con queste parole: “Chi sottovaluta il voto non esercita un diritto. Mi fa piacere ricordarlo a sette giorni dalle ultime elezioni, contraddistinte da un forte astensionismo. Nel 1946 le donne sono andate per la prima volta nella storia d’Italia. Le persone di allora hanno voluto regalarci la democrazia. Il 2019 è un anno pieno di anniversari. Ricorrono, infatti, la caduta del muro di Berlino e l’anniversario dalla morte di Primo Levi. Ragazzi, guardate alla “Festa della Repubblica” come un lasciapassare per la vita adulta. Vi consegneremo La Costituzione. Non mettetela in un cassetto, ma leggetela. Fate valere i vostri diritti. Votate ed esprimete un opinione. Lottate per avere un lavoro e formarvi una famiglia”.

L’evento è proseguito con le premiazioni delle aziende e associazioni cittadine.

Sono state premiate due realtà formative che quest’anno celebrano il mezzo secolo di permanenza in città: l’istituto “Cuneo” e il “Ciac”. Conferito anche un omaggio a uno studente meritevole. Si tratta di Emilio Papurello, 12 anni, studente della media “Costa”. Ha vinto il secondo premio al Campionato Regionale di matematica. Infine sono state consegnate le costituzioni ai diciottenni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here