mercoledì 21 Ottobre 2020

Battisti ricorre in Cassazione  

Cesare Battisti ricorre in Cassazione contro la decisione dei giudici della Corte d’Assise d’Appello di Milano che, lo scorso maggio, hanno rigettato la richiesta presentata dalla difesa dell’ex terrorista di acconsentire all’istanza di commutazione della pena dall’ergastolo a 30 anni, sulla base dell’accordo di estradizione raggiunto faticosamente tra Italia e Brasile, dove non è previsto il carcere a vita.
In particolare, il difensore Davide Steccanella si rifà nei motivi d’appello all'”inosservanza ed erronea applicazione di legge in relazione della Convenzione di Vienna” così come del Patto internazionale sui diritti civili delle Nazioni Unite e di “manifesta illogicità e intrinseca contraddittorietà della motivazione”. Per questi motivi “si chiede l’annullamento dell’ordinanza” perché intercorre “in erronea applicazione di legge” e non risolve, “con argomentazione logica e giuridicamente ineccepibile, le questioni di diritto proposte”.
Al centro della discussione la procedura che ha permesso di riportare in Italia l’ex terrorista fermato domenica 12 gennaio in Bolivia e sottoposto il giorno successivo a una procedura di espulsione che, secondo il legale, gli avrebbe concesso tre giorni per presentare ricorso. Un’espulsione corretta secondo il sottotitolo procuratore Antonio Lamanna e per la Corte d’Assise d’Appello di Milano. Per il difensore, invece, “la procedura di estradizione brasiliana risultava definitivamente perfezionata in ogni suo passaggio di legge e pertanto conclusa e come tale pienamente eseguibile a far tempo dal 14 dicembre 2018 in avanti e nel rispetto degli accordi formalmente assunti da entrambi gli Stati sovrani interessati”. In pratica dunque, per la difesa di Battisti, bisognava attuare la procedura di estradizione e quindi commutare l’ergastolo in una condanna di trent’anni.   

“C’era da aspettarselo. Mi aspetto che sconti la sua pena. Non si possono commercializzare mesi e mesi di galera. Il suo è un escamotage per non scontare il dovuto” dice all’AdnKronos Alberto Torregiani, commentando la decisione degli avvocati di Battisti. Torregiani è paralizzato e costretto in carrozzina dal 1979, per un colpo di pistola alla spina dorsale durante la sparatoria in cui venne ucciso il padre, Pierluigi, da un commando del gruppo terroristico dei Proletari Armati per il Comunismo, organizzazione terroristica di cui faceva parte lo stesso Battisti. “E’ nella prassi giuridica – commenta Torregiani -: non c’è da stupirsi. In Cassazione credo che confermeranno la sentenza d’appello”. 

Original Marines
- Advertisement -

Leggi anche..

Galli: “Il non necessario a breve andrà tolto” 

"In ospedale lo sconforto, nel personale, è tangibile. Il reparto, almeno da noi, somiglia già molto a quello dello scorso marzo". Lo dice Massimo...

Locatelli: “Non rivivremo il lockdown, Paese è preparato” 

"I numeri italiani non possono che essere guardati con una certa preoccupazione, per quanto la nostra situazione sia favorevole rispetto a quella di altri...

Covid, Crisanti: “Misure restrittive con 7/8 mila casi al giorno”

"Se si arriva ai 7mila-8mila casi al giorno bisognerebbe prendere dei provvedimenti restrittivi". Lo dice Andrea Crisanti, virologo dell'Università di Padova, parlando degli ultimi...

Covid, Zaia: “In Veneto non c’è più emergenza”

"In Veneto ora non c'è più emergenza sanitaria. Abbiamo 28 persone in terapia intensiva, contro le centinaia di prima. Solo l'1,8 per cento dei...

Covid, Russia sfiora 8mila contagi in 24 ore  

La Russia sfiora gli 8mila contagi e i cento morti per l'epidemia di coronavirus nelle ultime 24 ore. L'ultimo bollettino delle autorità sanitarie registra...

Ultime News

PIEMONTE – Centri Commerciali non alimentari chiusi nel fine settimana; didattica per metà a distanza

PIEMONTE – Dal prossimo fine settimana centri commerciali, non alimentari, chiusi tutti i sabati e le domeniche. È...

CANAVESE / PIEMONTE – Covid: oggi 194 nuovi casi in Canavese; 1396 in Piemonte

CANAVESE / PIEMONTE – Sale ancora il numero dei casi positivi in Canavese. Oggi, martedì 20 ottobre, in Canavese sono stati...

RIVAROLO CANAVESE – Aumento della Tari? Solo per le utenze domestiche

RIVAROLO CANAVESE – Le bollette della Tari aumenteranno in mondo sensibile sui cittadini “privati” della città.

RALLY – HP Sport bene al rally del Molise

RALLY - Un resoconto altamente soddisfacente, quello di HP Sport RRT al termine del week end motoristico molisano.

TORINO – Incidente in via Reiss Romoli; deceduta una 62enne

TORINO – Incidente mortale in via Reiss Romoli. È accaduto questa mattina, martedì 20 ottobre, intorno alle 8.15 a Torino.
X