SAN GIORGIO CANAVESE – Un programma ricco quello della quinta edizione del “Mercato della Terra e della Biodiversità – Indigena – Autoctoni in via di espansione”.

Quest’anno verrà celebrata l’antica “Via del Sale”, ossia i percorsi che un tempo costituivano le vie di comunicazione tra nord e sud.

Ospiti di questi due giorni di Mercato i produttori di agricoltura biologica e artigiani locali di Volpedo, riuniti dall’associazione Strada del Sale.

Gli scambi commerciali e culturali sulla Via del Sale genovese hanno lasciato una ricca tradizione musicale, conosciuta anche all’estero come musiche e danze delle Quattro Province, perché fiorente nelle alte valli a cavallo tra Genova, Alessandria, Piacenza e Pavia. La caratterizza uno strumento costruito e praticato esclusivamente qui, l’oboe popolare noto come piffero delle Quattro Province. 

Ad illustrare la Via del Sale, nella mattinata di domenica, sarà Claudio Gnoli, attraverso la presentazione dell’e-book dal titolo “Coi nostri strumenti”, accompagnato da un duo musicale: Andrea Ferraresi (piffero) e Yuri Domenichella (fisarmonica).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here