martedì 20 Ottobre 2020

CALUSO – Il 25 aprile al Martinetti e la mostra “Resistenza dal vero”: il coraggio della lotta per la libertà

CALUSO – Come ogni anno l’I.I.S. Martinetti di Caluso celebra la ricorrenza della Festa della Liberazione con una serie di iniziative rivolte ai propri studenti e con lo sguardo attento alla storia locale, la cui memoria deve essere trasmessa e rinnovata dalle nuove generazioni.

Sabato 27 aprile l’istituto, con il patrocinio e il contributo dell’ANPI, ha inaugurato la mostra storica sull’antifascismo e sulla Liberazione intitolata “Resistenza, dal vero – Dalla storia alla memoria e dalla memoria alla storia”. Il lavoro di ricerca e allestimento, che ha richiesto diversi mesi per la raccolta e la sistemazione del materiale documentale e fotografico, è stato curato dagli insegnanti Marilena Pedrotti, Sergio Pomesano, Mara Angela Suragna, Marisol Dellamula, Francesca Lapolla, Daniela Neirotti e Sara Savoia, con il contributo dei propri studenti. La mostra, al cui finanziamento ha contribuito il Sindacato Pensionati Italiani (Spi) della Cgil, sarà gratuitamente visitabile presso il Martinetti fino al 10 maggio.

Prima della visita all’allestimento, gli studenti hanno partecipato a un incontro formativo e commemorativo, aperto dal discorso del Preside del Martinetti Giorgio Pidello: “La libertà è come l’aria, quando manca ci manca la vita. La Resistenza ci insegna a difenderla, e lo dobbiamo fare esprimendoci come cittadini, tramite l’esercizio del nostro diritto di voto a livello locale e globale. Affidiamo ai giovani il mondo del futuro, affinché lo difendano e lo migliorino attraverso la loro creatività ed energia”.

È seguita la proiezione del documentario realizzato da Ilario Blanchietti che, per mezzo dei racconti di partigiani di Orio e Barone, persegue l’obiettivo di ricostruire la storia locale della guerra attraverso la potenza della testimonianza diretta, che permette di guardare negli occhi chi parla. Si tratta di persone che a quei tempi avevano l’età degli studenti e che si sono trovate a dover scegliere, appena adolescenti, da che parte combattere o di aspettare che qualcun altro decidesse per loro le sorti delle loro famiglie. Molti, con enorme coraggio, hanno scelto la lotta per la libertà: è dunque doveroso oggi difendere una democrazia tanto faticosamente e dolorosamente conquistata.

Presenti all’incontro anche Vitale Salvetti, partigiano dell’ex Brigata Garibaldi, e suo figlio Carlo Salvetti, entrambi rappresentanti dell’Anpi Caluso. Carlo Salvetti ha illustrato l’esperienza del padre, partigiano nella Divisione Vallorco: l’impegno e il grande sacrificio di pochi ha garantito la Costituzione della Repubblica italiana.

Il testimone Boggetto Sergio ha riportato le memorie di suo padre, che scappò con i partigiani sulle montagne della Valle di Lanzo arruolandosi nell’80ma brigata Garibaldi, rubando armi a nazifascisti per difendere la libertà.

Di pari valore la testimonianza di Poggi Glauco, 93 anni, cha ha precisato come le lotte partigiane in città fossero difficili quanto quelle di montagna, con uomini e donne costretti a camminare vicino ai cadaveri per andare a lavorare. Lui personalmente rischiò la vita per aver avvisato un amico che le Brigate Nere avevano intenzione di fucilarlo: “La storia ha delle sincopi che fanno ancora soffrire chi le ha vissute e le ricorda”.

Il prezioso insegnamento che questi uomini coraggiosi lasciano ai nostri ragazzi risiede nella dignità e nel coraggio della loro lotta, mossa dagli ideali di democrazia e giustizia che hanno saputo difendere nonostante la loro giovane, spesso giovanissima età dell’epoca, nonostante il rischio di perdere quella vita acerba che ancora dovevano iniziare a vivere e che volevano vivere in un Paese libero. Quello stesso Paese libero che i giovani hanno il diritto e il dovere di conservare tale.

Savoia S.

coferlungo
Original Marines
- Advertisement -

Leggi anche..

CALUSO – Danneggia gli arredi di un bar e prende a calci un’auto dei Carabinieri; arrestato 43enne di Mazzè

CALUSO - Ha danneggiato un bar di corso Torino. È accaduto l'altro giorno a Caluso. Il reo, un 43enne...

CALUSO – Resta incastrato nell’altalena dei bambini, 24enne liberato dai Vigili del Fuoco

CALUSO – È rimasto incastrato nell'altalena per i bambini. È accaduto nella notte...

CALUSO – Alla “Grande Invasione” ospiti due diplomati del Martinetti

CALUSO - Riparte anche quest’anno "La grande invasione", il festival della lettura giunto alla sua ottava edizione e che si svolgerà...

CALUSO – Rione Pescarolo in festa il giorno di San Rocco

CALUSO – Grande festa per San Rocco, al rione Pescarolo di Caluso, che quest'anno ha deciso di celebrarla nel giorno esatto.

CALUSO – Si è presentato in caserma il conducente fuggito dall’incidente in corso Torino

CALUSO - Si è costituito ai Carabinieri di Caluso, il conducente della Fiat Sedici fuggito dopo che lo scorso 7 luglio,...

Ultime News

ORBASSANO – 17enne cerca di violentare una donna e poi, alla reazione di lei, di strangolarla

ORBASSANO – Un 17enne è stato arrestato in flagranza per aver tentato di violentare una donna e, alla sua reazione, di...

RIVAROLO CANAVESE – Tentato furto in un condominio di via Oglianico

RIVAROLO CANAVESE – Tentato furto in un condominio di via Oglianico a Rivarolo, lo scorso sabato sera, 17 ottobre, intorno alle...

MONTALENGHE – Tamponamento sull’A5: tre feriti lievi (FOTO)

MONTALENGHE - Tamponamento oggi, lunedì 19 ottobre, sull'autostrada A5 Torino-Aosta, nel territorio di Montalenghe, tra i caselli di San Giorgio Canavese e...

CANAVESE – Tamponi in modalità drive-through: traffico congestionato e attese vane

CANAVESE – Lunghissime e interminabili code che durano ore. Gente bloccata nel traffico e persone che attendono con il rischio che...

BALME – Escursionisti restano bloccati durante una discesa doppia, intervento del Soccorso Alpino

BALME – Ieri, domenica 18 ottobre, due alpinisti sono rimasti bloccati durante una discesa doppia, lungo la Cresta dell'Ometto all'Uja di...
X