TORINO – Ieri, mercoledì 10 aprile, la Polizia di Stato ha celebrato il 167°anniversario dalla fondazione, alla presenza del Vice Direttore Generale della Polizia di Stato preposto all’attività di coordinamento e pianificazione, Prefetto Dr.ssa Alessandra Guidi.

bollerobannerint

L’evento si è tenuto nella splendida “Palazzina di Caccia” di Stupinigi.

La cerimonia è iniziata con l’esecuzione dell’inno di Mameli a cura del coro delle voci bianche dell’istituto Scolastico “Salotto Fiorito” di Rivoli, seguita dalla lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia.

Il Questore, Giuseppe De Matteis, ha esposto l’attività svolta nella Provincia di Torino, sia per i profili della polizia di prevenzione sia per quanto concerne l’azione di contrasto alla criminalità.

“Il nostro unico obiettivo e dovere – ha affermato De Matteis – è tutelare e mantenere l’ordine pubblico.”

Durante la cerimonia sono stati consegnati gli attestati agli operatori di Polizia che si sono distinti in particolari e significative attività di servizio.

originalvenariabannerpircc

Il tema #essercisempre ben identifica lo scopo dell’iniziativa: condividere la ricorrenza con i cittadini, ai quali è rivolto l’operato quotidiano delle donne e degli uomini della Polizia di Stato.

Il Presidente della Repubblica ha concesso, quest’anno, la medaglia d’oro al merito civile alla bandiera della Polizia di Stato, per le attività svolte dalla Polizia di Prevenzione e dalle D.I.G.O.S. che, con eccezionale valore e senso del dovere, hanno profuso ogni energia nella lotta al terrorismo e all’ eversione dell’ordine democratico, per la difesa dei valori e delle Istituzioni della Repubblica.

Ricorre quest’anno anche il 60° anno dall’istituzione dell’allora Corpo di Polizia Femminile, che ha dato possibilità alle donne di far parte della Polizia di Stato, ricoprendo a pieno titolo e a tutti i livelli un ruolo fondamentale.

urbanbanner
concordiabanner

SCORRERE PER GUARDARE LE FOTO

banner 730×100 jpg

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here