Foto di Andrea Bonaga

CALUSO – La seconda tappa del campionato APCR-IRHA-FISE 2019 di Reining si svolgerà da venerdì 12 a domenica 14 aprile, presso La Peschiera Q. H. di Frazione Molliette di Caluso e, visto il successo della prima tappa svoltasi dal 15 al 17 marzo, si preannuncia uno spettacolo veramente entusiasmante.

[su_slider source=”media: 179286,179285,” limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Organizzata da APCR (Associazione Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta cavallo da Reining), in collaborazione con IRHA (Italian Reining Horses Association) e con FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), la seconda tappa sarà una occasione di svago e divertimento anche per il pubblico perché assistere ad una gara di Reining è entusiasmante ed è veramente difficile non farsi prendere dalla bellezza dei gesti e dalla bravura dei partecipanti alla competizione.

A questa seconda tappa parteciperanno molti cavalli e cavalieri che giungeranno da varie regioni ed i binomi in gara saranno animati da vero spirito agonistico seppur contenuto nel classico ed irrinunciabile fair play che contraddistingue le gare di Reining.

[su_slider source=”media: 175353,185895″ limit=”100″ width=”1620″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

In gara, suddivisi nelle varie categorie, si potranno vedere cavalieri di tutte le età, dai ragazzi agli ultra cinquantenni a dimostrazione che questo sport è alla portata di tutti ed è indicato ad ogni età.

Da quest’anno, poi, si è aggiunta una categoria impensabile per chi questo sport non lo conosce: il para-reining che porterà in arena binomi formati da cavalieri con disabilità che, grazie ai loro splendidi ed amorevoli cavalli, compiranno percorsi perfetti come abbiamo già potuto vedere nella prima tappa di marzo.

Alla Peschiera Quarter Horses, l’arena in cui si svolgono le gare è dotata di comodi sedili che permettono un’ottima visuale, l’ingresso è gratuito e lo spettacolo assicurato.

Il Reining è una disciplina dell’equitazione americana che si basa sulla perfezione dei movimenti compiuti in velocità ed è proprio per questo che per ottenere ottimi risultati è necessaria una  perfetta sintonia tra cavallo e cavaliere.

[su_slider source=”media: 179291,179288″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Durante l’esecuzione del percorso solo pochissimi elementi vengono eseguiti al passo poi, la maggior parte della prestazione, è segnata dalla velocità di esecuzione che prevede andature al galoppo, giravolte veloci, stop improvvisi e cambiamenti di senso di marcia di 180 gradi fino ad arrivare al movimento clou: lo spettacolare sliding stop in cui il cavallo deve fermarsi in brevissimo spazio bloccando i posteriori.

Nato sulla base dei movimenti che il cow-boy  ed il suo cavallo dovevano eseguire per radunare e guidare la mandria, agli inizi era una sfida tra mandriani per decretare chi tra loro fosse il migliore poi, negli anni a seguire, ha assunto una connotazione sempre più elegante e raffinata fino ad assurgere meritatamente alla qualifica di sport equestre.

In questo sport, il cavallo è assolutamente protagonista e le razze più presenti sono i Quarter Horse, i Paint Horse e gli Apaloosa.

Le regole che i binomi devono rispettare in gara sono codificate da federazioni internazionali e nazionali ed i punteggi che il giudice assegna possono essere di merito, andandosi ad aggiungere al punteggio di 70 base di partenza o di demerito e, in questo caso, i punti o loro parti vengono sottratti dando al risultato finale la possibilità di rispecchiare l’esatto andamento della resa in gara di cavallo e cavaliere.

Il verdetto del giudice di gara è inappellabile ma, negli ultimi anni le gare vengono video registrate e, nel caso di dubbi, il giudice arbitro può fare ricorso alla visione filmato.

Anche se il verdetto è inappellabile, al pubblico è permesso di sottolineare con il fatidico ‘Yeah!’ i momenti salienti della gara e di applaudire, a fine prestazione, il binomio che gli ha dato più sensazioni favorevoli.

Appuntamento quindi dal 12 al 14 aprile 2019 alla Peschiera Q. H. di Frazione Molliette a Caluso.

Nicoletta Viali

Foto di Andrea Bonaga

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here