lunedì 17 Febbraio , 2020

CIRIÈ – Il sindaco Loredana Devietti prende posizione sulla sospensione dello street food

Il Piano Sicurezza presentato dall'associazione era incompleto e non corretto

CIRIÈ – A due giorni dalla chiusura della fiera dell’Annunziata 2019 ancora non si sono placati gli strascichi alla decisione di non autorizzare lo svolgimento dello street food in via Roma nelle giornate di sabato 23 e domenica 24 marzo.

[su_slider source=”media: 179286,179285,” limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Già nell’imminente giornata di Sabato malumori si sono levati da parte dell’organizzazione nei confronti della giunta comunale e nel pomeriggio di Domenica il Sindaco Loredana Devietti, da noi interpellata, si era riservata di dare un giudizio in merito, in quanto vi erano questioni ancora aperte.

Nella giornata di martedì 26 marzo, dopo i numerosi attacchi, il Sindaco ha deciso di uscire allo scoperto per far luce su questa vicenda: “Come noto, l’Amministrazione comunale ha sospeso la prevista area Street Food, dislocata in via Roma nell’ambito della Fiera dell’Annunziata di sabato 23 e domenica 24 marzo 2019. La sospensione è stata la diretta conseguenza della mancata presentazione in tempo utile, da parte degli organizzatori dello Street Food AICI (Associazione Italiana Cuochi Itineranti), di un adeguato Piano di Sicurezza. Gli organizzatori, infatti, pur avendo ricevuto dagli uffici comunali tutte le necessarie indicazioni, hanno presentato un primo piano di sicurezza in data 8 marzo, con irregolarità tali da comportare l’attivazione di apposite indagini e il deferimento all’autorità giudiziaria. “

“Si è comunque ritenuto di dover garantire agli organizzatori la possibilità di presentare un nuovo Piano – sottolinea il primo cittadino – , che però è pervenuto agli uffici solo nella tarda mattinata di venerdì 22 marzo, a meno di 24 ore dall’inizio programmato dell’evento: tale documento, già ad una prima verifica di completezza formale e coerenza rispetto all’evento Fiera nel suo complesso, è purtroppo risultato privo di alcuni requisiti sostanziali, a tratti contraddittorio. A questo punto, dando corretta applicazione alla normativa vigente e con l’obiettivo di garantire la sicurezza sia degli operatori, sia dei visitatori della Fiera, è stato predisposto il provvedimento di diniego di autorizzazione.

“Il diniego – conclude la Devietti – è stato prontamente comunicato agli organizzatori, che avrebbero dovuto a loro volta trasmetterne notizia agli operatori di Street Food, cosa probabilmente non avvenuta. È stata invece confermata e autorizzata la presenza dello stand dell’associazione Dveisin Festareul, in quanto tutta la documentazione necessaria è stata da loro prodotta, in modo completo e coerente, in tempo utile. A tutto c’è un limite, non metto a repentaglio l’incolumità delle persone che vengono in fiera “.

[su_slider source=”media: 175353″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 179291,179288″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Al Teatro Concordia

X