BORGARO TORINESE – Sabato 9 marzo si è tenuta la “Festa delle Donne”. L’edizione 2019 è stata organizzata dal “Comitato Donne Borgaresi”. Vi hanno partecipato 214 commensali “in rosa”.

Paonessa
concordiabanner

Il sindaco Claudio Gambino è intervenuto e ha aperto la festa con un breve intervento. Ha significativamente affermato: “Purtroppo è stato perpetrato l’ennesimo atto di violenza su una donna. Potremmo davvero festeggiare quando sui telegiornali non si parlerà più di femminicidio”. Quindi sono stati brevemente esposti i tre programmi solidali che verranno finanziati con il ricavato della serata.

Si è partiti dall’ospedale materno- infantile voluto dall’associazione Nutriaid in Senegal. Ne ha relazionato il dottor Costanzo Bellando, da venticinque anni pediatra a Borgaro. Quindi è stato il turno dell’associazione “Ospedale Dolce Casa Onlus”. Lo scopo della compagine è rendere confortevole il reparto di pediatria di Ciriè per i piccoli ricoverati. Ha sostenuto Adalberto Brach Del Prever, direttore di pediatria: “Il nostro intento non è solo curare ma prenderci cura della famiglia. Si è messa a disposizione una strumentazione di elevata qualità per la cura delle bronchioliti.

bannerdefomac2
nfimpiantibanner

Così non c’è la necessità di trasferire i pazienti al “Regina Margherita” di Torino. Il decorso delle polmoniti è seguito tramite l’ecografo. Per il 2019 vogliamo dotarci di una sonda per l’apparecchio ecografico così da porter svolgere gli esami più celermente. Vi ringrazio dell’aiuto che potrete darci”. Infine si è parlato delle attività svolte dall’Unione Genitori Italiani. La compagine è sempre alla ricerca di contributi per offrire ospitalità gratuita ai malati oncologici e alle loro famiglie. L’animazione musicale è stata a cura del “Villani Group”.

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere
urbanbanner
bannerorchi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here