FELETTO – «Il sogno non ha confini, è la chiave per uscire dalla mente e vedere le cose dal di fuori, non ha logica o finalità.

Sulle ali dell’intuito, il sogno ci porta lontano o dentro di noi, dritti al punto, quello che la ragione non coglie. Sogniamo quando dormiamo, ma se impariamo ad ascoltare le ragioni del sogno ritroviamo le vere ragioni della nostra vita». L’artista Eva Bruno Galliano spiega così il suo concetto di sogno e l’idea che sta alla base della sua mostra di pittura.

Paonessa
concordiabanner

Inaugura sabato 2 marzo alle 18.00 e prosegue fino al 10 marzo, nella Sala Consiliare del Municipio di Feletto, l’esposizione dei dipinti ad olio e acquerello di Eva Bruno Galliano, la pittrice zen della Valle Orco. 

“La Ragione del Sogno” è una sua raccolta di lavori in cui l’artista racconta, attraverso la sua più sincera forma espressiva, la natura e i sogni, invitando i visitatori ad una meditazione sulle ragioni che possono nascere da una profonda connessione con sé stessi, anche sognando. La mostra sarà caratterizzata da suoni e profumi, al fine di poter coinvolgere i visitatori in un’esperienza multi-sensoriale, alla scoperta del mondo dei sogni dell’artista. 

Eva Bruno Galliano, nata a Torino nel 1965, impara disegno e pittura direttamente dal padre pittore surrealista Vincenzo Bruno, conservando tuttora la vena creativa e un segno spontaneo ed espressivo originario. Studia al liceo artistico Renato Cottini e successivamente nel 1990 consegue il diploma di Maestro d’Arte presso la scuola di Pittura all’Accademia Albertina di Belle Arti Torino, con una tesi sulla pittura Zen. Nel corso degli anni non smette mai di dipingere e studiare il vero, continuando ad approfondire le regole del colore e ricercare la bellezza nella natura, nell’animo umano e animale. Facendo dell’arte il suo mestiere, impara da artigiani professionisti le tecniche del restauro dei dipinti antichi. Eva Bruno Galliano restaura affreschi, piloni votivi e crea murales.

bannerdefomac2
nfimpiantibanner

L’artista vive e lavora in Valle Orco, a contatto con la natura. Dal 1990 dipinge ad olio e acquerello e insegna, mettendo a disposizione la sua esperienza tecnica, nel senso più creativo del termine, a chiunque voglia esprimersi in libertà con colore e segno. Eva Bruno Galliano organizza corsi per adulti e bambini, insegna ad appropriarsi di una buona tecnica pittorica, per acquisire un proprio linguaggio ed esprimersi in libertà, eliminando le sovrastrutture. Spiega alle persone come connettersi con sé stessi, grazie al segno, il colore e la musica, nella stessa frequenza del sogno. L’effetto dei suoi insegnamenti è riequilibrante, una forma di meditazione attiva.

Quando prima di addormentarsi una pioggia di oro fine copre i pensieri pesanti e tutto si avvolge di pure immagini. Leggere questa è la chiave per il volo libero. Nell’interspazio del tempo.
Dove a volte torniamo davvero a casa.
Un pò della polvere d’oro del sogno ci resta attaccata al risveglio… e ci indica le nuove strade.
Volando.
La povere del sogno – Eva Bruno Galliani

Inaugurazione: sabato 2 marzo alle ore 18.00. Da domenica 3 a domenica 10 marzo 2019. Orari: da lunedì a venerdì: 15.00 – 18.30; sabato e domenica: 10.00 – 12.30 / 15.00 – 18.30

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere

SCORRERE PER GUARDARE LE FOTO

urbanbanner
bannerorchi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here