VOLPIANO – Si è svolta mercoledì 6 febbraio, un’esercitazione di Protezione Civile nel Comune di Volpiano, come previsto dai piani di emergenza, simulando un incidente ad un deposito di carburante nella zona industriale.

[su_slider source=”media: 179285,179286″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Alle ore 12 è scattata l’emergenza e si è riunito, nel centro di protezione civile di Volpiano, il Coc (Centro operativo comunale), coordinato dalla Prefettura di Torino e dal sindaco Emanuele De Zuanne. Durante la simulazione sono intervenuti Vigili del fuoco, soccorritori del 118, carabinieri, polizia e polizia municipale per predisporre i blocchi alla circolazione sulle strade provinciali interessate, i funzionari di Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e Asl, oltre ai rappresentanti della sicurezza delle imprese coinvolte. L’esercitazione si è chiusa alle ore 13.

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Commenta il sindaco di Volpiano Emanuele De Zuanne: «I momenti in cui si vanno a testare i piani di emergenza sono importanti perché ci si può confrontare con la realtà operativa e siamo soddisfatti del fatto che siano coinvolte tante persone, tutte con esperienza di protezione civile; infatti queste attività sono maggiormente efficaci se chi le gestisce è competente e se i cittadini si attengono alle indicazioni fornite».

«L’esercitazione di ieri – sottolinea l’assessore alla Protezione civile Marco Sciretti – ha dimostrato che l’organizzazione è strutturata in maniera efficiente; non è stato trascurato alcun aspetto, si è preso atto delle diverse procedure, ai vari livelli, e ringrazio tutti i partecipanti per il lavoro svolto».

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 179291,179289,179288,179290″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here