BORGARO TORINESE – Nella giornata di ieri, martedì 29 gennaio sulla pagina facebook del Movimento Cinquestelle Borgaro è apparso un video dove veniva denunciato un mancato accesso agli atti per i plessi scolastici borgaresi.

Ripercorrendo le tappe di questa diatriba i consiglieri Alessandro Carozza e Cinzia Tortola nel mese di dicembre del 2018 avevano fatto richiesta scritta di accedere ai plessi scolastici per fare dei sopralluoghi all’interno delle scuole. Sembra, a detta dei militanti Pentastellati, che dopo numerose richieste sia stato negato da parte della dirigente scolastica Lucrezia Russo. Cinzia Tortola ha inoltre aggiunto che nel corso del 2018 erano stati più volte chiesti gli accessi agli atti della sicurezza per poter vedere se effettivamente i plessi fossero o no in sicurezza, ma mai nessuna risposta in merito. Da parte dei componenti pentastellati vi è la chiara convinzione che vi sia un tentativo di boicottaggio da parte delle istituzioni. La dirigente Russo, interpellata, non ha voluto commentare le affermazioni in merito a questa diatriba.

A gamba tesa è invece entrato su questo argomento il Sindaco Claudio Gambino che, in uno scambio di idee, afferma: “Come Sindaco di Borgaro esprimo la massima solidarietà alla dirigente scolastica del nostro Istituto Comprensivo, Lucrezia Russo, oggetto di un attacco ingiustificato da parte dei consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle attraverso un video apparso sulla pagina social del loro partito. I consiglieri M5S accusano la dirigente scolastica di aver loro negato l’accesso ai verbali sulla sicurezza delle scuole cittadine e, allo stesso tempo di aver impedito loro di effettuare una serie di sopralluoghi. Nulla di più falso. I consiglieri comunali possono chiedere e (giustamente) avere l’accesso agli atti che riguardano l’attività amministrativa del Comune e delle Società partecipate da esso.
Ma non possono fare lo stesso con gli atti che riguardano le scuole statali! La scuola è indipendente e autonoma. I consiglieri M5S parlano a sproposito di “boicottaggio dell’attività”.

Penso che sia un’affermazione a dir poco squallida e che svilisce l’autonomia della scuola e soprattutto la professionalità della Dirigente Solastica e delle persone che nella scuola operano con competenza e dedizione. La scuola non deve diventare un pretesto per fare campagna elettorale. Visto che a maggio saremo chiamati alle urne per eleggere la prossima amministrazione cittadina credo che sia importante sapere che qualcuno sta provando a gettare fango su una istituzione sana del nostro territorio.

Per questo – conclude Gambino – esprimo la mia piena solidarietà alla dirigente Russo, una persona impeccabile, che con il suo prezioso lavoro quotidiano ha fatto diventare le scuole della nostra cittadina un vero e proprio vanto per l’intera zona. Una dirigente che ha sempre lavorato, e continuerà a farlo, in favore degli allievi, del corpo docenti e di tutto il personale. Senza mai fare favoritismi di alcun tipo “.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here