VENARIA REALE – “I cinesi effettivamente stanno acquistando alcune attività, Sartorie, hanno rilevato un supermarket dove vendono di tutto e in ultimo apriranno forse lo storico bar Valentino dove Casapound ha affisso il cartellone”. È quanto dichiara l’Assessore al Commercio Antonio Scarano, in commento all’affissione dello striscione messo da Casa Pound, riportante “Serrande abbassate e fallimenti. Così state uccidendo Venaria”.

concordiabanner

“Una situazione allarmante – aveva dichiarato Gaetano Cuttaia, referente di Casa Pound per la città di Venaria – nell’ultimo periodo molti negozi hanno chiuso i battenti ed altri si apprestano a farlo; gli effetti della crisi si fanno ancora sentire forti e chiari, la pressione fiscale è alle stelle, le incombenze derivanti dagli adempimenti burocratici che sono sempre più onerosi stanno letteralmente massacrando il commercio a Venaria e le istituzioni, come sempre, latitano. La chiusura dei negozi e la desertificazione delle aree commerciali porterà danni incalcolabili al turismo che per Venaria è un comparto di vitale importanza che potrebbe portare grande sviluppo se le istituzioni mettessero in pista delle politiche adeguate; l’assenza di un disegno chiaro su questo ambito è fonte di grandi preoccupazioni sia per i cittadini che per le associazioni di categoria e i commercianti che ancora resistono”.

bannerdefomac2
nfimpiantibanner

Netta l’analisi dell’Assessore Scarano: “Il commercio a Venaria non é in negativo. Rispetto al trend negativo che vediamo in Piemonte e in tutta l’area metropolitana di Torino (dati Camera di commercio al 2017), la situazione su Venaria è leggermente più confortante, perché tra pubblici esercizi e esercizi commerciali si segna un +5 aperture rispetto alle chiusure (29-24). Per aiutare i piccoli imprenditori per la verità non sono tantissime le strade che un Sindaco o una Giunta possono percorrere, ma le poche che ci sono le stiamo battendo con grande impegno.”

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere
Tritapepe

E prosegue: “L’anno scorso con il bando Improve abbiamo lanciato le agevolazioni per i nuovi insediamenti e per gli esercizi che volevano migliorarsi. Si tratta di un fondo di 40mila euro che contiamo di promuovere ancora e meglio nel 2019. Abbiamo lavorato anche sulla sinergia tra realtà commerciali ed eventi sul territorio e credo che sia stato un ottimo risultato ciò che si è visto in occasione del Natale: il dialogo tra Amministrazione e commercianti e soprattutto tra i commercianti stessi è uno dei modi per resistere alla recessione ; così come è stato d’aiuto aver migliorato il mercato della belle époque e aver lavorato sui mercatini tematici, portandone due da settembre a dicembre e riaprendo il bando per il 2019.”

urbanbanner
MONNALISABIS
bannerorchi
monnalisalungo

“Oltre a questo – conclude Scarano – abbiamo aderito al progetto Early Warning Europe (che fornisce consulenze gratuite alle piccole medie imprese tramite esperti dell’Unione Industriale) e abbiamo aperto lo sportello del commercialista, dedicato a cittadini e imprese, per aiutare anche dal punto di vista gestionale chi possiede un attività e vuole migliorarsi. Infine bisogna aggiungere necessariamente tutte le azioni che l’Amministrazione sta facendo a lungo termine: la realizzazione del Movicentro in viale Roma è il primo importante tassello per riportare parte del turismo a passare dal nostro bellissimo centro storico, e poi la rivalorizzazione degli immobili abbandonati, Cinema Dante su tutti, che possono essere in grado di completare l’interesse turistico a favore anche di quelle attività che si trovano anche fuori dal Centro.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here