ASTI – Nella mattinata odierna i Carabinieri della Compagnia di Villanova d’Asti hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dall’Autorità Giudiziaria di Asti a carico di 3 sinti (due donne e un uomo) del campo nomadi di San Damiano d’Asti, su cui sono stati acquisiti gravi indizi di colpevolezza in ordine alla commissione di furti in abitazione e ai danni del parroco della chiesa di San Vincenzo di San Damiano d’Asti.

[rev_slider alias=”paonessa”]

In particolare, sono finiti in manette un uomo di ventisette anni e due donne, rispettivamente di cinquantatre e quarantadue anni, tutti domiciliati presso il succitato campo nomadi e già gravati da più precedenti di polizia e penali.

Le indagini, coordinate dal Procuratore della Repubblica di Asti Dott. Alberto Perduca e dal suo Sostituto Dott.ssa Simona Macciò, si sono sviluppate da un furto in abitazione commesso in San Damiano d’Asti il 3.8.2018 e, attraverso pedinamenti e attività tecniche, si sono protratte per alcuni mesi, consentendo di raccogliere gravi indizi di colpevolezza in ordine alla commissione di furti avvenuti nell’area di San Damiano.

bannerdefomac2
nfimpiantibanner

Più nel dettaglio, i tre sono accusati, di aver commesso due furti in abitazione e un furto nella canonica della chiesa di San Vincenzo di San Damiano d’Asti, dove si erano appropriati di alcune centinaia di euro raccolte come offerte dai fedeli.
Nei prossimi giorni gli indagati saranno interrogati a fini di garanzia dal gip di Asti.

[rev_slider alias=”librofiori”]
Allianz 2 modifica jpeg
ilbere
Tritapepe
[rev_slider alias=”urb”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here