Droga: corrieri su autobus di linea da Foggia a Milano, 22 arresti

Milano, 11 dic. (AdnKronos) – I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Sesto San Giovanni, comune alle porte di Milano, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Monza nei confronti di 22 persone, di cui 17 di origine marocchina, ritenute responsabili, a vario titolo, di traffico e spaccio di stupefacenti.

Le indagini dirette dalla procura di Monza si sono sviluppate tra il novembre 2016 e il marzo 2017 “permettendo di individuare i canali e le modalità di approvvigionamento dalla provincia di Foggia verso l’area del Nord Milano, la provincia di Roma, Genova e Lecce, attraverso corrieri che viaggiavano a bordo di autobus di linea con la droga occultata nei trolley”, spiegano i militari. Sequestrati 100.000 mila euro e oltre 150 chili tra cocaina, hashish e marijuana.

2018-12-11 15:28
Lega: M5S, Salvini non minimizzi, su Centemero chiarezza

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – “Siamo certi che la Lega fornirà ulteriori chiarimenti sul caso Centemero. E ci auguriamo che Salvini non minimizzi la vicenda. Una cosa è doverosa dirla: da sempre ci battiamo contro i finanziamenti ‘illeciti’ ai partiti, perché in un Paese civile non devono esserci interessi esterni a influenzare l’attività delle forze politiche presenti in Parlamento”. Lo dichiarano Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli, capigruppo M5S di Camera e Senato.

“E per quanto riguarda le fondazioni legate ai partiti vogliamo quella trasparenza che per troppo tempo è mancata in Italia. Per questo motivo nello Spazzacorrotti, che approveremo nelle prossime settimane, prevediamo norme che garantiranno assoluta trasparenza sui finanziamenti di cui beneficeranno partiti, movimenti e fondazioni collegate”, concludono.

2018-12-11 15:24
Firenze: Mugnai, Toninelli inadeguato, si dimetta

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – “Toninelli continua senza sosta nella sua opera di tentata distruzione di tutto ciò che è sviluppo e progresso. Al ministro del no alle infrastrutture voglio dare una notizia: un piano nazionale aeroporti esiste già ed il bello è che dovrebbe conoscerlo”. Lo afferma, in una nota, Stefano Mugnai, vice capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati e coordinatore regionale Fi Toscana, commentando le dichiarazioni del ministro che ha affermato che il dossier per il potenziamento e la messa in sicurezza dello scalo aeroportuale Firenze deve essere inquadrato nel piano nazionale degli aeroporti.

“E’ ormai chiaro che Toninelli non sa di cosa parla e si conferma, se mai ce ne fosse bisogno, totalmente inadeguato al ruolo che ricopre. Se avesse un minimo di dignità, già per il solo fatto di essere considerato più che un ministro un noto gaffeur, dovrebbe dimettersi, all’istante. La Toscana non merita di pagare un prezzo così alto, dopo quello già scontato per l’immobilismo e le incertezze della sinistra in materia di infrastrutture”, conclude.

2018-12-11 15:22
Firenze: Lotti, ha ragione Nardella, Toninelli incompetente si dimetta

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – “Sull’aeroporto di Firenze ha ragione il sindaco Dario Nardella: il ministro Toninelli ancora una volta ha dimostrato la sua totale inadeguatezza”. Lo afferma, in una nota, il deputato Pd Luca Lotti.

“Il ministro delle Infrastrutture si oppone all’ampliamento dello scalo fiorentino perché – dice lui – va fatto prima il Piano nazionale sugli scali: quello che però non sa Toninelli è che quel Piano c’è già ed è una legge vigente. Davanti a questa ennesima prova di incompetenza il ministro Toninelli dovrebbe ammettere i suoi errori e fare un passo indietro”.

2018-12-11 15:21
Energia: nuovo Gse pronto a sfida obiettivi al 2030 e a cambio passo (3)

(AdnKronos) – Per quanto riguarda l’avvio del prossimo triennio, l’azione del nuovo Vertice avrà come obiettivo un rafforzamento delle attività di servizio del Gse, per rendere tutti gli interlocutori più consapevoli e informati. Inoltre, il Gse intende porsi come un punto di riferimento per le politiche energetico-ambientali sul territorio e, in particolare, della Pubblica amministrazione. Dal punto di vista del funzionamento interno, il nuovo corso porterà con sé il miglioramento della qualità dei processi operativi interni, in un’ottica di semplificazione e ottimizzazione degli stessi.

“Siamo convinti del ruolo del Gse e della necessità che accompagni le istituzioni anche con questa struttura di supporto al Mise. Per accompagnare le imprese e i cittadini nel percorso di transizione energetica verso il 2030 – sottolinea Crippa- avremo bisogno di un soggetto capace di osservare e ascoltare le esigenze di tutti gli operatori del mondo dell’energia, fornire risposte tempestive e coerenti e agevolare le diverse opportunità. Ritengo che il Gse possa interpretare appieno questo ruolo. Sono sicuro, inoltre che i vertici del Gse sapranno dare alla società un volto nuovo, favorendo il dialogo e il confronto con gli stakeholder per promuovere efficienza e rinnovabili, rilanciando gli investimenti immobilizzati da troppo tempo e ribaltando la percezione di un Gse controllore e burocrate arcigno, immagine che, siamo sicuri, non appartenga più a questa struttura”.

L’efficienza energetica, aggiunge, “è un tema che ci è particolarmente caro: dobbiamo dare risposte più concrete”. Inoltre è necessario, spiega, “puntare anche sull’educazione al consumo e prevedere una formazione sul lato del consumatore”.

2018-12-11 15:17
Energia: nuovo Gse pronto a sfida obiettivi al 2030 e a cambio passo (2)

(AdnKronos) – L’obiettivo dei nuovi vertici del Gse, spiega Moneta, “è quello di migliorare l’interfaccia verso l’esterno in particolare nei confronti degli operatori e dei consumatori; di migliorare il contact service; lo sviluppo delle competenze; migliorare l’affiancamento ad operatori ed imprese; ridurre il nuovo dei contenziosi che si attesta ad un livello molto alto anche se nell’85% dei casi hanno dato ragione al Gse; migliorare il lavoro con la Pa e gli enti territoriali”. Al ministero dello Sviluppo economico, rileva ancora Moneta, “ci sarà una struttura dedicata per dare supporto” in vista dell’elaborazione dei provvedimenti e delle normative. L’obiettivo del Gse è quello di essere anche “un motore di sostenibilità sociale”.

Negli ultimi 5 anni si è assistito a una crescita media annua di 0,3 punti percentuali dei consumi energetici soddisfatti dalla produzione da rinnovabili favorita, in parte, anche da una diminuzione tendenziale dei consumi stessi per la congiuntura economica internazionale. Continuando in questa direzione, al 2030 il Paese raggiungerebbe un obiettivo del 22%, ben lontano dal 30% che si pone il Piano Energia e Clima.

Per questa ragione, al fine di potenziare l’azione del Gse nel sollecitare e sostenere l’aumento della produzione da fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, “reputiamo che sia necessario” spiega il presidente del Gse Francesco Vetrò, “adottare nuovi strumenti e modelli di dialogo con tutti gli attori dei settori pubblico e privato nelle diverse scale territoriali, in un’ottica di coinvolgimento e collaborazione. È in questo modo – prosegue- che intendiamo interpretare il ruolo del nuovo Gse quello di un’istituzione al servizio di cittadini e operatori, in grado di condurre una più attenta interlocuzione e un confronto costruttivo”.

2018-12-11 15:17
Energia: nuovo Gse pronto a sfida obiettivi al 2030 e a cambio passo

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Il nuovo Gse è pronto alla sfida degli obiettivi al 2030 e contribuire ad un deciso cambio di passo sia sul lato dell’efficienza energetica sia su quello delle rinnovabili. E’ quanto spiegano i vertici del Gestore dei Servizi Energetici (Gse) che oggi hanno illustrato, alla presenza del sottosegretario allo Sviluppo economico, Davide Crippa le linee programmatiche.

Nel 2017 la percentuale di consumi energetici totali coperti dalle fonti rinnovabili è stata di circa il 18%, pari a 22 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep). Di questi, il 51%, ha riguardato i consumi nel settore termico, il 44% il settore elettrico e, il restante 5%, i trasporti. Si tratta di risultati che, complessivamente, hanno consentito all’Italia di raggiungere e, addirittura, superare, l’obiettivo del 17% fissato dall’Europa al 2020. Resta, però, ancora molto da fare e il Gse, quale Istituzione il cui compito è la promozione dello sviluppo del settore, nei prossimi anni intende fornire un nuovo e importante supporto alle Autorità competenti per raggiungere gli altrettanto nuovi e più sfidanti obiettivi del Piano Energia e Clima.

“Sono convinto che le conoscenze, le competenze e il patrimonio di dati che il Gse ha a disposizione potranno fare la differenza nella nostra azione di supporto al raggiungimento degli obiettivi che ci siamo dati insieme a tutti i Paesi della Ue”, sottolinea l’ad del Gse, Roberto Moneta, auspicando per il futuro “un aggiornamento delle misure, l’adozione di nuovi strumenti, la revisione di quelli esistenti e iniziative innovative, finalizzate a un deciso cambio di passo, sia per l’efficienza energetica che per le rinnovabili anche in collaborazione con partner pubblici quali, ad esempio, l’Enea”.

2018-12-11 15:17
Premio Cristiana Matano, ecco il bando per la quarta edizione

Palermo, 11 dic. (AdnKronos) – E’ da oggi sul sito www.occhibluonlus.com il bando per la quarta edizione del Premio giornalistico internazionale “Cristiana Matano”, dedicato alla giornalista prematuramente scomparsa l’8 luglio 2015. Nei giorni del quarto anniversario, Lampedusa, l’isola del cuore, dove Cristiana ha scelto di riposare, diventerà ancora una volta il luogo simbolo in cui per tre giorni, il 6, 7 e 8 luglio 2019, si concentreranno numerosi appuntamenti per ricordare la giornalista campana, ma siciliana d’adozione. Solidarietà e cultura, giornalismo e spettacolo, integrazione e impegno sociale saranno i temi che terranno viva l’attenzione verso l’ultimo lembo d’Italia e d’Europa, terra di frontiera, di accoglienza, di emergenze, ma anche di straordinario fascino paesaggistico e ambientalistico. In quell’occasione sarà consegnato il Premio giornalistico internazionale “Cristiana Matano”, il cui tema sarà: “Lampedusa e il Mediterraneo, le vie dell’accoglienza e della bellezza”.

Il Premio è riservato ai giornalisti italiani iscritti all’Ordine e ai giornalisti stranieri autori di articoli, inchieste e servizi andati in onda e/o pubblicati su carta stampata, tv, radio, agenzie di stampa e testate online (regolarmente registrate), tra il 9 giugno 2018 e l’8 giugno 2019. Gli elaborati devono contenere testimonianze, fatti e reportage – legati a Lampedusa e al Mediterraneo – inerenti ai valori della solidarietà e dell’integrazione, al fenomeno delle migrazioni, allo sviluppo del turismo e alla bellezza del territorio, alla salvaguardia del paesaggio e dell’ambiente.

Presto l’associazione “Occhiblu” onlus renderà noto anche il programma della tre giorni, in cui si alterneranno momenti di musica, spettacolo, teatro, sport, convegni, intrattenimento e riflessione sui temi dell’accoglienza, della multiculturalità e della solidarietà. Info www.occhibluonlus.com.

2018-12-11 15:00
Manovra: Crippa, bonus-malus con ritocchi può essere mantenuta

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – “Con alcuni ritocchi la misura introdotta in manovra su bonus malus” per incentivare l’acquisto di auto elettriche “può essere mantenuta”. Ad affermarlo è il sottosegretario allo Sviluppo economico, Davide Crippa, intervenendo all’incontro organizzato dal Gestore dei servizi energetici (Gse).

Per Crippa questa misura “tutela i consumatori che possono fare investimenti in tutta coscienza”. Con questo meccanismo “viene sensibilizzato sui rischi a cui va incontro perché dopo alcuni anni potrebbe trovarsi con un auto fuori mercato”.

2018-12-11 14:33
Electrolux: Ugl, preoccupati per futuro 800 lavoratori Solaro

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – “Pochi investimenti e nuovi ammortizzatori sociali, siamo preoccupati per il futuro della Electrolux di Solaro, in provincia di Milano: chiediamo al governo, a tutte le istituzioni e alla Regione Lombardia di promuovere un tavolo di confronto permanente e specifico presso il ministero dello Sviluppo Economico, che abbia il compito, tra le altre cose, di monitorare l’andamento del sito stesso”. E’ l’appello che giunge dal segretario generale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera.

“Il sito produttivo di Solaro – dice il sindacalista – sarà ancora interessato da tantissima cassa integrazione, con conseguente perdita di salario ed esuberi strutturali a fine piano di circa 200 lavoratori. Invece di scaricare le scelte dell’azienda sui dipendenti, il Gruppo dovrebbe impegnarsi a portare nuove produzioni in Italia e garantire così tutti i lavoratori di Solaro, senza disperdere professionalità e occupazione nel settore degli elettrodomestici”.

“L’annunciato aumento di produzione prevista per il 2019/2020, con eventuale conferma del mercato, da 560mila pezzi prodotti nel 2018 a circa 670mila previsti per il 2019 e il 2020, non risolverebbe comunque il problema, perché non saturerebbe gli impianti e quindi non ci sarebbe alcuna garanzia per gli attuali livelli occupazionali di Solaro. Per quanto ci riguarda – conclude Spera – continueremo a mantenere alta l’attenzione per l’unico sito del gruppo in Italia, al quale stante ai fatti, non è garantito un futuro produttivo considerando i pochi investimenti previsti anche rispetto agli altri stabilimenti del Gruppo”.

2018-12-11 13:53
Manovra: Tria, costo reddito e pensioni inferiore a previsioni iniziali

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Reddito di cittadinanza e quota 100 per le pensioni costerebbero “meno” di quanto previsto inizialmente. Lo ha affermato il ministro dell’Economia Giovanni Tria spiegando che “man mano che si stanno delineando in modo più preciso le misure e stiamo finendo le stime sul loro vero corso, credo che ci siano spazi per vedere che il costo è inferiore a quanto preventivato”.

2018-12-11 13:47
Altroconsumo: “Utente diventi consapevole uso dati personali”

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Ribaltare la visione e la percezione che gli utenti hanno dei propri dati personali, con il consumatore che da vittima di un utilizzo senza controllo si trasforma in soggetto proattivo e consapevole e che offre direttamente i dati alle aziende di cui si fida. Un percorso che richiede un nuovo patto fra consumatori, aziende e istituzioni, ma anche un confronto sul valore economico dei dati, sulla loro tutela e sul futuro equilibrio tra interessi divergenti. Sono questi i temi affrontati oggi nell’incontro ‘2018-2019: Data Protection, un biennio rivoluzionario’ che Altroconsumo ha organizzato a Roma e al quale hanno partecipato, tra gli altri, Giovanni Calabrò, direttore generale per la tutela del consumatore dell’Antitrust e Antonello Soro, presidente dell’Autorità Garante della Privacy.

Secondo l’associazione, si tratta di un tema da affrontare oggi perché “il futuro è già presente, quando i dati personali sono al centro delle dinamiche di mercato e di sviluppo in modo consapevole e costruttivo”. Con maggiore proattività dell’utente, spiega Altroconsumo nel presentare l’evento, si genera “un ecosistema imperniato sul nuovo ruolo del consumatore, attore consapevole nelle scelte”.

Nel corso dell’evento si è anche preso atto delle violazioni informatiche avvenute in questi anni, puntando a stimolare la condivisione di nuovi modelli di valorizzazione dei dati. “Un esercizio sfidante e necessario – motiva Altroconsumo – dato il rispetto dovuto al contesto regolamentare Gdpr e dopo gli incidenti di percorso dei colossi Facebook e Google.

2018-12-11 13:39
Editoria: Ordine giornalisti Veneto, al fianco colleghi Messaggero di Sant’Antonio (2)

(AdnKronos) – “Nel pomeriggio, un’altra delegazione di giornalisti del “Messaggero”, con il presidente dell’Assostampa padovana, Stefano Edel, ha presidiato l’ingresso della sede di Mediagraf a Noventa Padovana, in occasione della festa per l’investimento di oltre 3 milioni di euro in tecnologia. Mediagraf, dove peraltro viene stampato anche il mensile del Santo, rivista fra le più diffuse al mondo, è un’azienda da 60 milioni di euro di fatturato collegata sempre alla “galassia imprenditoriale” dei frati francescani minori conventuali della Provincia italiana di Sant’Antonio da Padova”, ricorda l’Ogv.

L’Ordine dei giornalisti del Veneto “è a fianco dei colleghi del “Messaggero di Sant’Antonio” e del “Messaggero dei ragazzi” e si associa allo sdegno di Fnsi e Sindacato dei giornalisti del Veneto nei confronti della proprietà che, invece di sedersi al tavolo per fare il punto della situazione dopo un anno di contratto di solidarietà, ha semplicemente comunicato la cessazione di tutti i rapporti di lavoro giornalistico”, conclude.

2018-12-11 13:37
Editoria: Ordine giornalisti Veneto, al fianco colleghi Messaggero di Sant’Antonio

Padova, 11 dic. (AdnKronos) – “In Veneto non era mai accaduto. L’editore del “Messaggero di Sant’Antonio” e del “Messaggero dei Ragazzi” ha comunicato, la scorsa settimana, il licenziamento di tutta la redazione – otto giornalisti – senza alcun preavviso e senza l’apertura di alcuna trattativa. Una decisione brutale, inaccettabile, che umilia la professionalità e la dedizione con la quale, nel corso degli anni, i colleghi hanno garantito la realizzazione di un prodotto editoriale di qualità”. Lo sottolinea, in una nota, l’Ordine dei Giornalisti del Veneto.

“Contro la decisione aziendale i giornalisti del “Messaggero” sono scesi in agitazione, organizzando un’assemblea permanente negli uffici della redazione e partecipando ieri a Roma, con la segretaria regionale del Sindacato Veneto, Monica Andolfatto e il vicepresidente dell’Ordine del Veneto, Matteo Guarda, alla manifestazione nazionale contro il precariato, organizzata dalla Federazione italiana della Stampa e dall’Ordine, che si è tenuta davanti alla sede del Ministero del Lavoro”, spiega.

2018-12-11 13:37
Acqua Dolomia: raggiunge il traguardo di 100 milioni di bottiglie (2)

(AdnKronos) – “Una scelta di posizionamento del nostro marchio in GDO, per comunicare ai consumatori, ancora più chiaramente, l’origine della nostra acqua e per valorizzare la mise en place, anche a casa. Sull’export prevediamo ancora una forte crescita nei prossimi anni, ci aspettiamo grandi numeri dal mercato Cinese, dove abbiamo un distributore molto radicato, che è partecipato dal gruppo Alibaba; presto saremo anche in India, mercato molto interessante per il settore delle acque minerali. Nel 2019 investiremo nel nostro stabilimento, potenziando la linea di produzione del vetro, in un’ottica di sostenibilità ambientale”, spiega.

“La crescita della nostra azienda è strettamente legata al suo territorio, sia in termini economici, di occupazione, di sostegno alle manifestazioni sportive e culturali, ma anche di promozione nel mondo delle sue risorse naturistiche. Stiamo lavorando per rafforzare il legame con l’Ente Parco delle Dolomiti Friulane, per potenziare l’offerta turistica nell’incantevole Val Cimoliana, perché noi siamo, a nostro modo, ambasciatori delle bellezze naturali delle Dolomiti, Patrimonio Unesco”, conclude.

Sorgente Valcimoliana ha iniziato la sua attività nel 2008, nello stabilimento di 7000mq, situato appena fuori del Parco delle Dolomiti Friulane, attualmente impiega 34 persone, fino ad arrivare a circa 40 dipendenti nel periodo estivo.

2018-12-11 13:33
Acqua Dolomia: raggiunge il traguardo di 100 milioni di bottiglie

Pordenone, 11 dic. (AdnKronos) – Sorgente Valcimoliana, l’azienda di Cimolais (Pn) che imbottiglia, con il marchio Acqua Dolomia, l’acqua oligominerale che sgorga dal Parco delle Dolomiti Friulane, Patrimonio Unesco, chiuderà il 2018 con il numero record di 100 mln di bottiglie vendute, con un valore previsionale della produzione di oltre 13 milioni di euro, in crescita del 16% sul 2017.

Acqua Dolomia, che quest’anno ha festeggiato i suoi primi 10 anni di attività, nel percorso di crescita ha progressivamente aumentato la sua quota export, arrivata oggi a circa il 20% del suo fatturato. Acqua Dolomia viene esportata in Europa principalmente in Belgio, Olanda, Polonia e Russia,mentre nel mondo sono forti e rinnovate oggi le partnership con distributori negli Emirati Arabi, Cina, Indonesia, Repubblica Dominicana e Stati Uniti. Molto diffusa nel canale Ho.re.ca, con le linee vetro Exclusive e Pet Elegant, che coprono il 55% del suo fatturato, nel 2019 per rafforzare il suo posizionamento in grande distribuzione, Acqua Dolomia lancia una nuova linea Premium per la GDO dove è attualmente presente con la linea Classic.

“Stiamo concludendo il 2018 in linea con gli obiettivi previsionali, nel 2020 riteniamo di poter raggiungere il target di 150mln di bottiglie prodotte. DOLOMIA2020 era considerato un progetto ambizioso nel 2016, ma che oggi è assolutamente a portata di mano – dichiara Gilberto Zaina, Amministratore Delegato di Acqua Dolomia – . Un’ulteriore spinta verso la crescita è legata al lancio della nuova linea Premium. Da gennaio i consumatori troveranno sugli scaffali della GDO una nuova linea, dalla veste grafica rinnovata, che riprende le forme e i colori tipici delle nostre Dolomiti Friulane”.

2018-12-11 13:33
Electrolux: Uilm, siglato accordo, scongiurati licenziamenti a Solaro

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Accordo raggiunto per scongiurare i licenziamenti allo stabilimento dell’Electrolux di Solaro, la fabbrica lombarda che produce lavastoviglie e presso cui lavorano settecento dipendenti. Ad annunciarlo sono Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm responsabile dei settori auto e elettrodomestici, e Vittorio Sarti, segretario della Uilm di Milano, dopo la sigla dell’intesa con Electrolux presso il ministero del Lavoro.

“Con l’accordo siglato oggi scongiuriamo il rischio di ben duecento licenziamenti, poiché grazie alle ultime novità normative abbiamo potuto prorogare gli ammortizzatori sociali anche per il 2019, quindi oltre il limite di fine anno originariamente posto dal Jobs Act”, dicono Ficco e Sarti. “Oltre alla proroga – proseguono – dei contratti di solidarietà, abbiamo pattuito una serie di strumenti finalizzati a ridurre e speriamo in prospettiva a azzerare gli esuberi, fra cui incentivi agli esodi volontari fino a un massimo di 100 mila euro, incentivi per chi vorrà trasferisti nella fabbrica di Forlì che sta producendo a pieno regime, percorsi finalizzati alla ricollocazione esterna a sua volta incentivata e assistita dalla Regione Lombardia”.

“Abbiamo fortemente lottato – concludono i sindacalisti della Uilm – per ottenere la proroga degli ammortizzatori sociali oltre i limiti posti dal Jobs Act e fortunatamente abbiamo ottenuto dal Governo le modifiche normative che lo consentono. Ora Electrolux deve rilanciare la produzione di lavastoviglie, per risolvere il grave problema di Solaro nell’anno che resta a nostra disposizione, similmente a quanto siamo riusciti a fare negli altri stabilimenti del gruppo oramai in buona parte tratti fuori dalla crisi. Già a partire da gennaio chiediamo infine alla multinazionale un confronto più generale sul piano industriale per l’Italia”.

2018-12-11 13:24
Enel gp: avvia costruzione nuovo parco eolico da 244 mw in Messico (2)

(AdnKronos) – I lavori di costruzione seguiranno il modello Sustainable Construction Site di Enel, che comprende la misurazione dell’impatto socio-ambientale dell’impianto e iniziative che promuovano l’uso razionale delle risorse, anche mediante la gestione delle risorse idriche e un progetto di riciclaggio dei rifiuti che riutilizzi il legno dei pallet per produrre mobili e container eco-compatibili che saranno utilizzati dalla comunità locale.

L’impianto è associato a un contratto che prevede la vendita all’autorità per l’energia messicana Cámara de Compensación di determinati volumi di energia per un periodo di 15 anni e dei relativi certificati verdi per un periodo di 20 anni.

Dolores è uno dei quattro parchi eolici aggiudicati dal Gruppo Enel con capacità totale di 593 Mw nella terza asta a lungo termine indetta a seguito della riforma energetica del Paese. Oltre all’impianto di Nuevo León, il Gruppo si è aggiudicato gli impianti Amistad II e Amistad III, con capacità installata di 100 Mw ciascuno, e Amistad IV, con capacità installata di 149 Mw, tutti nella municipalità di Acuña, nel Coahuila. Il gruppo Enel è l’unico operatore ad essersi assicurato il diritto di costruire nuovi impianti rinnovabili in tutte e tre le aste a lungo termine, sulla base della qualità, competitività e del carattere innovativo delle sue proposte.

2018-12-11 13:12
Enel gp: avvia costruzione nuovo parco eolico da 244 mw in Messico

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Il gruppo Enel, tramite la controllata per le rinnovabili Enel Green Power Mexico (Egpm), ha avviato i lavori di costruzione del parco eolico Dolores (244 Mw) nella municipalità di China. L’impianto, che è il primo che Enel costruisce nello Stato di Nuevo León, richiederà un investimento complessivo di circa 280 milioni di dollari Usa, in linea con il Piano Strategico della società. Lo rende noto Enel Gp in un comunicato.

“Con l’avvio della costruzione del parco eolico Dolores, continuiamo a espandere la nostra presenza nel Paese, entrando per la prima volta nello Stato di Nuevo León”, sottolinea Antonio Cammisecra, responsabile di Enel Green Power, la business line globale per le energie rinnovabili di Enel. “Dolores rafforza ulteriormente la nostra strategia nel Paese che mira a rispondere in modo efficace all’aumento della domanda di elettricità e di crescita sostenibile, sviluppando tecnologie pulite in un importante Stato, ricco di risorse eoliche”, aggiunge.

Si prevede che il parco eolico Dolores entrerà in servizio nella prima metà del 2020. A regime, sarà in grado di generare circa 850 GWh l’anno, evitando l’emissione in atmosfera di circa 470.000 tonnellate di CO2 l’anno.

2018-12-11 13:12
Ryanair: Garante scioperi, sarà applicata integralmente legge italiana

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – A Ryanair saranno applicate integralmente le regole sullo sciopero in Italia previste dalla legge 146 del 1990. A deliberarlo è stata l’Autorità di garanzia per gli scioperi. Per le prossime proclamazioni di astensioni, dunque, oltre al rispetto delle regole sul preavviso, la durata e la revoca, la compagnia dovrà garantire le prestazioni indispensabili e la partecipazione alle procedure di conciliazione in caso di proclamazione di scioperi presso il Ministero. I sindacati, d’altro canto, dovranno rispettare i periodi di franchigia, così come stabiliti dalla Regolamentazione in vigore.

“Con l’adozione della delibera con cui l’Autorità ha applicato a Ryanair le regole della legge 146 si compie un cammino virtuoso ed importante, per la tutela dei diritti dei cittadini utenti del servizio di trasporto aereo”, ha dichiarato il presidente dell’Authority, Giuseppe Santoro Passarelli.

“Negli ultimi mesi- ha proseguito – abbiamo riscontrato una crescente disponibilità della compagnia irlandese a confrontarsi con la Commissione, riconoscendo regole di garanzia nell’esercizio del diritto di sciopero che, di fatto, sono le uniche esistenti nell’Unione Europea, e sappiamo quanti disagi hanno arrecato i blocchi dei voli, anche recenti, nello spazio comunitario. L’auspicio è che questo confronto tra le parti e con le parti possa proseguire, per rafforzare un sistema di efficienti relazioni industriali e per pervenire alla definizione di regole il più possibile condivise”.

2018-12-11 13:01
Pd: Speziale, c’è chi lo vuole trasformare in un ‘ricorsificio’ di azzeccagarbugli

Palermo, 11 dic.l (AdnKronos) – “L’Onoevole Raciti, segretario regionale del Pd e Presidente della commissione per il congresso, dovrebbe svolgere il suo ruolo con equilibrio e ragionevolezza e soprattutto come interprete fedele del regolamento e dello statuto quadro nazionale; anziché riferimento di una maggioranza che tende a piegare le regole nel proprio interesse”. Così, l’ex deputato Calogero Speziale sulle polemiche nel Pd sulle primarie di domenica. “Raciti dichiara che avrei fatto una richiesta di rinvio della presentazione delle candidature, dove? Quando? In quale sede? O è un modo per sviare l’attenzione per le ripetute violazioni del regolamento quadro nazionale?”, dice Speziale.

“In particolare la violazione del comma 7 dell’articolo 2 che fa capo al segretario provinciale ed al relativo componente per la commissione regionale del congresso di predisporre i seggi elettorali per le primarie, i kit per le operazioni elettorali e nominare i relativi presidenti di seggio e gli scrutatori – dice – La commissione regionale presieduta dallo stesso non solo ha rinviato la data della presentazione delle liste (voglio ricordare che le liste a sostegno dell’onorevole Piccione erano tutte già predisposte) ma vuole: istituire la mappa dei seggi (non è un caso che è circolata una mappatura dei seggi di Catania sconosciuta al segretario di federazione in contrasto con il regolamento nazionale); nominare i presidenti e gli scrutatori, in contrasto con le norme del regolamento nazionale e con lo statuto”.

E conclude: “Qualcuno anziché interrogarsi, e il Congresso poteva essere una buona occasione, sulla drammatica crisi del PD e del suo rapporto con la società, lo vuole trasformare in un ‘ricorsificio’ di ‘azzeccagarbugli’. Non si aspettano certo questo i nostri elettori. E’ il modo peggiore di svolgere un Congresso”.

2018-12-11 12:58
**Roma: Di Maio, Raggi scardina poteri che non l’hanno presa bene**

Roma, 11 dic. (AdnKronos) (di Ileana Sciarra) – “E’ notizia di queste ore l’incendio a uno dei grandi centri di smaltimento dei rifiuti a Roma, che ci crea gravi problemi e mette a rischio lo smaltimento dei rifiuti. Abbiamo avuto atti continui contro ‘Roma giardini’ e mezzi Atac. Io non voglio fare complottismo, ma c’è stata sicuramente un’amministrazione che ha provato a scardinare una serie di poteri che non l’hanno presa bene”. Lo dice, in un’intervista all’Adnkronos, il vicepremier e ministro Luigi Di Maio.

2018-12-11 12:45
**M5S: Di Maio, regola due mandati non è all’odg, penso a Paese**

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – “Non c’è nessuna iniziativa interna al Movimento per ridiscutere le regole” dei 5 Stelle, “tra cui quella dei due mandati”. Lo dice, in un’intervista all’Adnkronos, il vicepremier e capo politico del M5S Luigi Di Maio. “Chi pensa alla regola dei due mandati sta già pensando alle prossime elezioni, io sto pensando ai prossimi quattro anni e mezzo in cui dobbiamo cambiare questo paese, a come aiutare i cittadini con le misure che dobbiamo portare avanti”, taglia corto il ministro.

2018-12-11 12:43
Governo: Renzi, Conte era entusiasta nostre riforme

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – “Conte me lo ricordo, quando ci mandava i messaggini tutto contento e entusiasta delle riforme che facevamo, della Buona scuola, del referendum”. Lo dice Matteo Renzi, in un’intervista a ‘Vanity fair’.

“A suo tempo, nel 2015, aveva tutta un’altra posizione -aggiunge l’ex premier- sullo sforzo riformatore del governo Renzi. È legittimo cambiare idea, specie se ti offrono incarichi importanti. Io penso che le idee valgano più delle poltrone”.

2018-12-11 12:42
Roma: Di Maio, ora Raggi ha governo amico, dimostreremo che può cambiare

Roma, 11 dic. (AdnKronos) (di Ileana Sciarra) – A Roma “quel che non ha funzionato in questi due anni è stato un governo centrale e un governo regionale che facevano la guerra alla città di Roma. In legge bilancio ci saranno, in quota investimenti, i soldi per Roma, perché la Capitale ha bisogno di un’attenzione particolare. Daremo una mano alla giunta romana perché non si più pretendere che Roma faccia da sola. Continuiamo con la nostra intenzione di cambiare Roma, i conti li facciamo a fine mandato, ma questi sono i mesi in cui, come governo, dobbiamo dimostrare che con un governo amico Roma può cambiare”. Lo dice, in un’intervista all’Adnkronos, il vicepremier e ministro Luigi Di Maio.

“Vedo che continua una guerra contro l’amministrazione Raggi che, negli ultimi due anni, era data per morta perché c’era una sentenza che era stata già sentenziata prima ancora che arrivasse” il verdetto dei giudici, dice Di Maio ricordando “l’assoluzione piena” della sindaca.

2018-12-11 12:40
Grande party e tanti vip a via Veneto per i 20 anni di Hard Rock Cafe

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Tanta musica, performer d’eccezione e ospiti vip ieri sera a via Veneto per il party dei 20 anni di Hard Rock Cafe Roma, che nel 1998 ha portato il rinomato brand internazionale in Italia facendo da apripista alle successive aperture dei Cafe di Venezia e Firenze e al raddoppio nella capitale con l’apertura del rock shop a pochi metri dal colonnato di San Pietro. Il locale, che da quattro lustri non ha mai smesso di aprire ogni giorno il museo di cimeli appartenuti ai protagonisti della storia del rock, offrire il miglior burger della città e i capi di abbigliamento e spillette da collezione firmati, ha accolto per l’occasione diversi volti noti della scena musicale e radiofonica italiana: dal rapper Piotta a G Max, da Pierluigi Ferrantini dei Velvet con la compagna attrice e conduttrice Carolina Di Domenico alla modella curvy e volto di Rai1 Elisa D’Ospina, a Carlo Massarini, solo per citarne alcuni.

Protagonisti della festa, sul palco del Hard Rock Cafe, altrettanti astri della nuova scena musicale: alla consolle si sono alternati Dj Banana (che all’attività solista affianca quella di componente della band di Coez) e Marco Rissa dei Thegiornalisti, mentre gli Street Clerks sono stati protagonisti di un applauditissima performance live. Ad aprire la serata, presentata da Fabio Arboit, speaker di Radio Capital, e seguita in diretta da Radio Sonica, le esibizioni a cura di Spaghetti Unplugged di tanti giovani emergenti del panorama musicale romano.

A fare gli onori di casa Stefano Pandin, attualmente amministratore delegato di Hard Rock Cafe Italia e director of operations Europe di Hard Rock International, che nel 1998 era il general manager a cui venne affidato il compito di aprire il Cafe di Roma, dopo due anni di esperienza a Parigi: “Sono stati venti anni molto intensi in cui visitatori romani ma anche provenienti da tutto il mondo sono passati a trovarci – commenta Pandin – per questo saremo sempre molto grati alla città di Roma per l’accoglienza. Sin dalla sua apertura, Hard Rock Cafe ha rispettato il motto ‘Love all serve all’ e i romani hanno sempre dimostrato di apprezzare Hard Rock Cafe con il suo buon cibo e le sue memorabilia. Grazie a loro we still rock”. Durante questi 20 anni Hard Rock ha anche organizzato alcuni eventi rimasti nella storia della musica live italiana: tra questi, il concerto dei Simple Minds a Firenze nel 2011, quello di Iggy Pop & the Stooges nel 2012, e ancora il live dei Modà e dei Mike + The Mechanics a Piazza San Marco a Venezia per il carnevale 2012 e quello del 2014 a Piazza del Popolo che vide in scena tante star internazionali e i Negramaro headliner.

2018-12-11 12:38
Grande party e tanti vip a via Veneto per i 20 anni di Hard Rock Cafe

Roma, 11 dic. (AdnKronos) – Tanta musica, performer d’eccezione e ospiti vip ieri sera a via Veneto per il party dei 20 anni di Hard Rock Cafe Roma, che nel 1998 ha portato il rinomato brand internazionale in Italia facendo da apripista alle successive aperture dei Cafe di Venezia e Firenze e al raddoppio nella capitale con l’apertura del rock shop a pochi metri dal colonnato di San Pietro. Il locale, che da quattro lustri non ha mai smesso di aprire ogni giorno il museo di cimeli appartenuti ai protagonisti della storia del rock, offrire il miglior burger della città e i capi di abbigliamento e spillette da collezione firmati, ha accolto per l’occasione diversi volti noti della scena musicale e radiofonica italiana: dal rapper Piotta a G Max, da Pierluigi Ferrantini dei Velvet con la compagna attrice e conduttrice Carolina Di Domenico alla modella curvy e volto di Rai1 Elisa D’Ospina, a Carlo Massarini, solo per citarne alcuni.

Protagonisti della festa, sul palco del Hard Rock Cafe, altrettanti astri della nuova scena musicale: alla consolle si sono alternati Dj Banana (che all’attività solista affianca quella di componente della band di Coez) e Marco Rissa dei Thegiornalisti, mentre gli Street Clerks sono stati protagonisti di un applauditissima performance live. Ad aprire la serata, presentata da Fabio Arboit, speaker di Radio Capital, e seguita in diretta da Radio Sonica, le esibizioni a cura di Spaghetti Unplugged di tanti giovani emergenti del panorama musicale romano.

A fare gli onori di casa Stefano Pandin, attualmente amministratore delegato di Hard Rock Cafe Italia e director of operations Europe di Hard Rock International, che nel 1998 era il general manager a cui venne affidato il compito di aprire il Cafe di Roma, dopo due anni di esperienza a Parigi: “Sono stati venti anni molto intensi in cui visitatori romani ma anche provenienti da tutto il mondo sono passati a trovarci – commenta Pandin – per questo saremo sempre molto grati alla città di Roma per l’accoglienza. Sin dalla sua apertura, Hard Rock Cafe ha rispettato il motto ‘Love all serve all’ e i romani hanno sempre dimostrato di apprezzare Hard Rock Cafe con il suo buon cibo e le sue memorabilia. Grazie a loro we still rock”. Durante questi 20 anni Hard Rock ha anche organizzato alcuni eventi rimasti nella storia della musica live italiana: tra questi, il concerto dei Simple Minds a Firenze nel 2011, quello di Iggy Pop & the Stooges nel 2012, e ancora il live dei Modà e dei Mike + The Mechanics a Piazza San Marco a Venezia per il carnevale 2012 e quello del 2014 a Piazza del Popolo che vide in scena tante star internazionali e i Negramaro headliner.

2018-12-11 12:38
Infrastrutture: Legambiente, altro che Tav, ecco le 26 vere incompiute (4)

(AdnKronos) – Ma con un miglioramento avvenuto soprattutto al Nord e al Centro, dove è diminuita l’età media e il numero di treni con più di quindici anni di età (quando i treni cominciano ad avere problemi sempre più rilevanti di gestione e manutenzione) per l’immissione di nuovi convogli (come nel Lazio, in Veneto, Lombardia, Toscana ed in Emilia-Romagna) e di dismissione di quelli più vecchi.

In Puglia, Campania, Sicilia e Sardegna si vedranno miglioramenti nei prossimi anni grazie agli investimenti programmati nei Contratti di Servizio con Trenitalia. Nel Lazio si divarica la differenza tra le linee gestite da Trenitalia, dove procede il rinnovo del parco circolante, e quelle gestite da ATAC dove invece i treni sono sempre più vecchi e il degrado riguarda anche le stazioni e il servizio.

2018-12-11 12:30
**Lavoro: Di Maio, 2019 sarà anno salario minimo orario**

Roma, 22 dic. (AdnKronos) (di Ileana Sciarra) – “Il 2019 dovrà essere l’anno del salario minimo orario: viene sempre più richiesto in tutto il mondo perché i ragazzi vengono messi sempre più in competizione con le macchine”. Lo dice, in un’intervista all’Adnkronos, il vicepremier e ministro Luigi Di Maio.

2018-12-11 12:09

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here