TORINO – Hanno festeggiato, presso il Comando Provinciale, la loro patrona Santa Barbara, i Vigili del Fuoco alla presenza del Prefetto Claudio Palomba, il Sindaco Chiara Appendino e le Autorità militari e civili.

A fare gli onori di casa il direttore regionale dei Vigili del fuoco Cosimo Pulito e il comandante provinciale Marco Frezza che, dopo avere deposto vicino alla lapide riportante l’elenco del personale del Comando deceduto in servizio una corona di alloro commemorativa e dopo la Santa Messa officiata dall’Arcivescovo Emerito di Torino Cardinale Severino Poletto, hanno consegnato al personale in quiescenza e in servizio le benemerenze.

Nell’occasione sono state consegnate, dal Prefetto di Torino, le onorificenze agli uomini che eroicamente hanno lavorato per giorni nelle macerie dell’Hotel Rigopiano nel gennaio 2017: il funzionario Franco Negroni, i capo squadra Mauro Cavallo e Sandro Pelissero e il coordinatore Luca Piano, i quali hanno ancora davanti ai loro occhi quella drammatica immagine.

nfimpiantibanner
coferbanner

Sono tante le immagini difficili da cicatrizzare vissute da questi eroi conosciuti in tutto il mondo, anche se loro eroi non si considerano.

“Abbiamo giurato allo Stato e agli italiani di essere sempre in prima fila per proteggerli e tutelarli” affermano all’unisono questi vigili che senza aver paura affrontano il fuoco, l’acqua e le insidie di ogni giorno.

“Santa Barbara fu una martire” ricorda il cardinal Poletto e continua:“Protettrice dei minatori, vigili del fuoco, addetti alla preparazione di fuochi pirotecnici, artificieri, membri del soccorso alpino e speleologico, geologi, insomma degli uomini forti e coraggiosi, che non conoscono paura, sempre pronti ad aiutare chi ha bisogno”.

GUARDA IL VIDEO

ilbere
Tritapepe

GUARDA LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here