CASELLE TORINESE .- Quattrocento persone hanno partecipato alla camminata “Liber di Muoversi”. La manifestazione si è tenuta a Caselle domenica 25 novembre.

[rev_slider alias=”paonessa”]

L’attività è stata organizzata dal Comune di Caselle, dalla Commissione Pari Opportunità e dal comitato locale della Uisp. Uomini e donne si sono ritrovati in piazza Boschiassi indossando una maglietta arancione, simbolo della violenza contro le donne, del momento che ricorreva la “Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne”.

Commenta l’assessore Angela Grimaldi: “Sono soddisfatta della numerosa partecipazione. Il ricavato della giornata andrà a favore di “Leg@larte”. La compagine, composta da donne della polizia di Stato, svilupperà un progetto di sensibilizzazione con le scuole medie di Caselle. Il gruppo si occupa di contrastare la “violenza assistita”, cioè quella a cui vengono sottoposti i figli delle donne maltrattate”.

Nel corso della giornata è stato possibile visitare la mostra “Profumo di Vita” nella chiesa dei Battuti. Gli scatti di Elena Givone hanno raffigurato dei neonati in posizione fetale. L’esposizione è stata realizzata con la collaborazione dell’Asl To 4. Le immagini sono state effettuate presso il Punto Nascita dell’Ospedale di Ciriè. L’Asl ha partecipato con piacere all’iniziativa perché da tempo è particolarmente sensibile alla tematica della violenza contro le donne e contro i minori.

nfimpiantibanner
coferbanner

Da anni, infatti, sono operative all’interno dell’azienda équipe multidisciplinari che si occupano di tali tematiche. Nei Comuni di Borgaro e Mappano, invece, l’istituto comprensivo ha coinvolto decine di ragazzi delle scuole medie in due distinti camminate nei rispettivi concentrici. I ragazzi hanno letto pensieri contro la violenza di genere in piazza.

[rev_slider alias=”librofiori”]
ilbere
Tritapepe
[rev_slider alias=”urb”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here