CASTELNUOVO NIGRA – Capacità tecniche, maturità e doti da leader. È il giovane Tommaso Borin, classe 2005, capitano della Rivarolese.

Tommaso in campo ha una marcia in più. Determinato, punta al massimo sia in campo che nella vita scolastica. Da tre anni a questa parte ha iniziato ad essere convocato per “provini” al Toro e alla Juventus. Ora lo sta osservando l’Alessandria. Tommi lotta con le sue forze. Non ha spinte o conoscenze che possano catapultarlo nel mondo del calcio a livello professionistico cosa che, con rammarico, pare essere abbastanza rilevante in Italia.

nfimpiantibanner
coferbanner

Dall’anno scorso si allena a Gassino, chiamato dal Centro Federale Piemonte e Val D’Aosta: in pratica under 15 della Nazionale, che crea delegazioni e raccoglie i ragazzi più bravi d’Italia.

Borin è tra questi. I giornali di settore parlano di lui, affermando: “[…] continua a stupirci. Tecnicamente è un vero 10, ma non è questo a far stropicciare gli occhi a chi lo vede, bensì la sua maturità e la sua naturalezza nell’essere un leader”; “Borin non è solo un fantasista, ma anche un autentico capitano, la fascia gli è stata affidata per la maturità dimostrata.”

Insomma, è un giovane fuoriclasse a tutti gli effetti. Una vera soddisfazione per la famiglia, che però non si capacita del fatto che la mancanza di conoscenze giuste, possa incidere così tanto sul futuro del figlio, che, tosto, va avanti, senza mollare, da vero leader.

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here