RONCO CANAVESE – Domenica 11 novembre, in occasione di “Eima international 2018” a Bologna, è avvenuta la cerimonia di premiazione del concorso nazionale “Comuni Fioriti” indetto da Asproflor, l’associazione dei floro-vivaisti italiani.

[rev_slider alias=”paonessa”]

Il comune di Ronco Canavese – new entry all’iniziativa che promuove la bellezza e la qualità ambientale nelle municipalità italiane – ha ottenuto 2 fiori rossi (su una scala che arriva fino a 4). Un risultato oltre le aspettative e per nulla scontato, considerato che quella 2018 è stata la prima edizione di partecipazione del comune capoluogo valsoanino.
“E’ un’ottima notizia – commenta il Sindaco Danilo Crosasso, che prosegue: anche il nostro comune ha subito diversi danni in occasione dell’evento meteorologico del 29 ottobre scorso: sono andati abbattuti decine di ettari di bosco e diversi alberi in paese. Ma non demordiamo, siamo già all’opera per risistemare e tornare, nella prossima stagione, più belli e accoglienti di prima”.

[su_slider source=”media: 162328,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

I due fiori raggiunti sono l’occasione per l’Amministrazione Comunale per ringraziare tutte le persone che hanno contribuito all’iniziativa dedicandosi alla cura del verde, non solo privato ma della collettività. A questo fine, in occasione della distribuzione dei “matafam”, le tipiche fritture della Valle Soana, il 3 novembre scorso sono stati premiati: Maria Eva Babando – “Balcone fiorito 2018”, Graziella e Angelo Tognotato “Giardino fiorito 2018” e Panetteria e pasticceria Laury e Veronica – “Attività fiorita 2018”. Il premio “Pollice verde” è andato a Rita Giacchetto per aver contribuito fattivamente alla predisposizione ed alla cura delle fioriture comunali nel paese.

[rev_slider alias=”librofiori”]

Ronco, che ha accolto la sfida seguendo le orme di Ingria (comune rappresentante dell’Italia al concorso europeo 2018 di “Entente Florale Europe”) è pronto a proseguire nel progetto e a fare sempre meglio, coinvolgendo l’intera comunità del capoluogo e delle frazioni.
E chissà che i comuni fioriti della Valle Soana non diventino nel 2019 un’intera valle fiorita, sempre più legata alla valorizzazione ambientale, alla cura dei paesi e all’accoglienza turistica.

[su_slider source=”media: 147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”urb”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here